Lotta all'AIDS
Dona il tuo 5 per 1000 a Arcigay: scopri come!

Arcigay contro l’omofobia: iniziative in tutta Italia


Andria – Andria dice “no all’omofobia”

Mercoledi 16 Maggio 2012 ore 19:30 presso la libreria Diderot, Via Lorenzo Bonomo 27 Andria, conferenza informativa sull’omofobia, con presentazione di un Cortometraggio (inedito e di produzione interamente pugliese) e conferenza stampa di presentazione delle manifestazioni in programma nella Puglia per la giornata successiva.
Giovedi 17 Maggio 2012 ore 19:30 raduno dinnanzi la sede Arcigay Bat, Via Giacomo Leopardi 46 Andria per la marcia contro l’omofobia. Al termine sono previsti presso viale Crispi:
– visione del cortometraggio inedito (il titolo lo indicheremo successivamente) e del cortometraggio della campagna nazionale Arcigay;
– lettura di una prosa inedita;
– saluti dal presidente Arcigay Bat e delle autorità intervenute.
A seguire serata con DJ selection musica icone Gay dagli anni ’70 ad oggi con le drag queen Vyrgin Temptation e Idra Poison.


Arezzo
Il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia. Dal 2007 la giornata è istituita ufficialmente dall’Unione Europea quale momento di riflessioni ed azioni per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale o all’identità di genere. La data del 17 maggio è stata scelta perché è la ricorrenza dalla rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali da parte dall’Organizzazione Mondiale della Sanitàavvenuta nel 1990.

Giovedì 17 maggio il Comitato Provinciale Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno”, con il Patrocinio di Provincia e Comune di Arezzo, organizza una mobilitazione in Piazza Sant’Agostino: appuntamento dalle 18.00 in poi con gli stand informativi dell’associazione, mentre alle 19.30 avrà inizio un incontro con gli amministratori locali aperto a tutti/e, come momento di riflessione sull’omofobia e la transfobia e sugli strumenti da attuare a livello locale per contrastare questi fenomeni. Al momento hanno confermato la loro partecipazione il presidente della Provincia Roberto Vasai, l’assessore del comune di Arezzo Lisa Sacchini e l’assessore provinciale Carla Borghesi.

La serata proseguirà con l’aperitivo settimanale di Arcigay Arezzo che per l’occasione si terrà in piazza Sant’Agostino, con stand gastronomici, musica, intrattenimento e alcune sorprese, sotto la regia della Drag Queen Ivana Vamp, per rivendicare i diritti delle persone lgbt senza dimenticare la socialità e il divertimento.

“Il 17 maggio di quest’anno quindi Arcigay Chimera Arcobaleno ha deciso di vivere la Giornata contro l’Omofobia in totale condivisione con la città di Arezzo – dichiara la presidente Cristina Betti – affiggendo 200 manifesti della campagna “Io denuncio” realizzati da Arcigay nazionale e distribuendo 1000 volantini”. Gli appuntamenti organizzati dai volontari di Arcigay Arezzo, nella settimana contro l’omofobia, continuano con la festa “Why Not ¿” che si terrà sabato 19 maggio presso il circolo Arci Karemaski. Il tema della serata LGBTQ aretina questo mese sarà “Free Mind” per una notte di divertimento con mente aperta e libera e animazione a cura della resident Drag Queen Ivana Vamp e i Vamp boys.


Barletta

Domenica 13 Maggio 2012. Gazebo informativo Arcigay Bat dalle ore 17:00 presso Via Nazareth angolo Via Vittorio Emanuele.


Bergamo

Giovedì 17 maggio dalle ore 18, presso la Bibilioteca Tiraboschi (Via S. Bernardino 74) presentazione, nell’ambito dei lavori del Tavolo contro l’omofobia, di “OUT“, il nuovo libro di Maura Chiulli, responsabile dell’area Cultura all’interno di Arcigay.


Bologna
Conferenza: “Contrasto all’omofobia con l’ausilio delle forze di polizia”
17 maggio h. 9. Aula Magna Santa Cristina via del Piombo 5, Bologna, BO, Italia
Si tratta di un evento formativo rivolto a tutta la cittadinanza per discutere delle tecniche di contrasto all’Omofobia attraverso vari canali: quello legale, quello associativo e quello delle forze di Polizia.
Breve presentazione dei crimini d’odio, a cura di Avvocati Giuridico Cassero;
Contrasto dei reati a sfondo omofobico nella Polizia Italiana e Rete Oscad
Presentazione dell’associazione italiana LGBT appartenenti a FF.OO. e FF.AA. (Polis Aperta), della rete europea (European Gay Police Association) e delle buone prassi in Europa (a cura di Polis Aperta)
Dibattito
Per info: giuridico@cassero.it

Iniziativa promossa da: Giuridico Arcigay il Cassero e Polis Aperta

Con il patrocinio del Comune di Bologna

Ride the Pride – Percorso in tre tappe per portare il Bologna Pride in provincia
Data: 17/05/2012 L’iniziativa porterà, attraverso un autobus colorato e targato Pride, la visibilità della comunità LGBT nella provincia di Bologna attraverso momenti di sensibilizzazione contro l’omofobia e la discriminazione; informando la cittadinanza sul significato del Pride e sul valore sociale e culturale della manifestazione Nazionale che si terrà il 9 giugno. L’iniziativa vedrà il coinvolgimento di volontarie e volontari delle associazioni che costituiscono il Comitato Bologna Pride, i quali si recheranno nei 3 appuntamenti previsti nel corso della giornata. Le iniziative che si svolgeranno nei comuni coinvolti saranno: Conferenza: “A Scuola da 10 anni: raccontiamo la diversità”
“Il Pride ti spiazza”: iniziativa in piazza “Mamma, papà ho una cosa da dirvi!”, Proiezione del video-documentario “Due Volte Genitori” di Claudio Cippelleti iniziativa promossa da ArciLesbica Bologna e PeopAll– Volontari Bologna Pride 2012

Il Progetto Scuola Cassero si fa attore di un incontro con le scuole del comune di Castel Maggiore per parlare di diversità, di esperienze, di identità anche attraverso metodi interattivi e attività non formali di scambio e condivisione. Da dieci anni ormai operatrici e operatori del Progetto Scuola coinvolgono istituti medi inferiori e superiori in una serie di percorsi formativi che permettano a studenti e studentesse di confrontarsi con le diversità ma soprattutto di interrogarsi sulla propria identità anche attraverso testimonianze di persone lgbt. Organizzata con la collaborazione del comune di Castel Maggiore, la conferenza si propone di mettere a fuoco alcuni temi utili per creare un ambiente scolastico accogliente e inclusivo Saranno inoltre invitate a partecipare le classi degli istituti scolastici superiori del Comune di Castel Maggiore.

Con il patrocinio del Comune di Castel Maggiore e della provincia di Bologna

Presentazione del libro “Omofobia. Strumenti di analisi e di intervento” (Carocci, 2012) a Bologna, giovedì, 17 maggio, ore 21.00, Cassero Via Don Giovanni Minzoni, 18.


Brescia – 15 Giorni contro l’omofobia e la transfobia

Programma
Giovedì 17 Maggio Giornata internazionale contro l’omofobia presso Caffè Letterario “Primo piano” via Beccaria 10 Brescia
ore 21.00 inaugurazione delle mostre: “Ordine sparso” personale d’arte di Giuliano Cardella “Sguardi rivelati” mostra fotografica di Tony Patrioli

Flash mob e serata contro l’omofobia e la transfobia

Giovedì 17 Maggio, in occasione della giornata internazionale contro l’omofobia, il gruppo giovani di Arcigay Brescia “una Zebra a pois” e Orlando, Comitato provinciale Arcigay di Brescia organizzano un flash mob itinerante nel centro della città per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi legati al pregiudizio omofobico e transfobico di cui le persone e le famiglie di omosessuali e trans sono ancora vittime.

A partire dalle 15.30, in gruppo, passeggeremo per la città indossando una maglietta bianca con lo slogan “l’omofobia uccide” e “la transfobia uccide”, e impresso sulla schiena il nome di persone vittime dell’odio e del pregiudizio uccise o aggredite in ragione del proprio differente orientamento sessuale o identità di genere. In alcuni punti della città ci sdraieremo a terra a simboleggiare il dramma vissuto da queste persone, per richiedere la necessità di una tutela legale in grado di reprimere e punire fenomeni di bullismo, violenza e discriminazione.

La giornata proseguirà alle ore 21 presso il Caffè letterario “Primo piano” in via Cesare Beccaria 10, con l’inaugurazione delle mostre: “Ordine sparso” personale d’arte di Giuliano Cardella e “Sguardi rivelati” mostra fotografica di Tony Patrioli. Alle ore 22.00 concluderemo con uno spettacolo satirico contro l’omofobia.

La richiesta di Arcigay è, come sempre, quella dell’estensione della legge Mancino contro i reati d’odio, anche alle aggressioni che a vario titolo intendano negare la libertà delle persone e delle famiglie lesbiche, gay e trans. Rifiutiamo con forza di essere le vittime di un sistema oppressivo e rivendichiamo la nostra volontà di costruire una società inclusiva e solidale, in grado di garantire una piena cittadinanza e di riconoscere la dignità e il valore di tutte e tutti.

Un paese che voglia dirsi civile deve intervenire, anche duramente, laddove una categoria di cittadine e cittadini sia privata del proprio diritto all’esistenza, al benessere e ad una tranquilla qualità di vita da azioni motivate da pregiudizio, intolleranza e odio.

In occasione della giornata internazionale contro l’omofobia, il 17 maggio, Orlando comitato provinciale Arcigay di Brescia, in collaborazione con Caffè letterario “Primo piano”, in via Beccaria 10, ha organizzato una serie di eventi finalizzati sul tema della Comunità. Per mostrare le diverse sfumature di un mondo omosessuale e transessuale, troppo spesso soffocato da una fobia radicata, si sono scelti una serie di eventi culturali e artistici che spaziano dalla fotografia alla pittura, passando attraverso performance e incontri diretti con autori e artisti. La finalità è quella di dare un contributo concreto, come comunità LGBT bresciana, alla costruzione di una società rispettosa delle differenze e inclusiva nei confronti di ogni diversità. Solo tramite l’incontro, il dialogo e la visibilità, sarà possibile superare tutti quei preconcetti che ancora rendono discriminata la nostra realtà. Invitiamo pertanto tutte e tutti a partecipare agli eventi proposti per dare un segnale concreto contro pregiudizi e stereotipi a favore di una comunità che riconosca ogni diversità.

ore 22.00: Sporta a Sporta – Spettacolo satirico contro l’omofobia a cura di Arcigay Orlando
Lunedì 21 Maggio presso Caffè Letterario “Primo piano” via Beccaria 10 Brescia ore 21.00: Incontro con Franco Grillini, presidente onorario di Arcigay, responsabile diritti civili IDV, consigliere regionale IDV con presentazione del suo libro “Ecce Homo”.
Domenica 27 Maggio: presso Caffè Letterario “Primo piano” via Beccaria 10 Brescia ore 20.30: Aperitivo di inaugurazione mostre fotografiche di Gigio Vezzosi e Tulasi Da Prato e cena sociale. ore 22.00: Concerto delle “Lez Girlz”.
Giovedì 31 Maggio: presso Caffè Letterario “Primo piano” via Beccaria 10 Brescia ore 21.00: Conferenza teatrale “L’olocausto taciuto” di e con Stefano Aresi – Associazione Articolo 37 Treviglio


Bolzano

29 maggio. Fiaccolata contro l’omofobia.
31 maggio. Rappresentazione teatrale “Nonostante Tutto”, scritto e diretto da Antonella Fittipaldi, è la storia di una coppia di donne omosessuali vittime di un pregiudizio proveniente anche dagli affetti più vicini e cari, che non si limiterà a manifestarsi solo verbalmente, ma le metterà di fronte ad una realtà nei fatti cruda e inaccettabile. Con il patrocinio del Comune di Bolzano – Assessorato alla Cultura e le Pari Opportunità. Al Teatro di Gries. Ingresso libero.
1 giugno. spettacolo di cabaret sugli stereotipi e pregiudizi che gli etero hanno nei confronti del mondo LGBT.
2 giugno: presentazione del libro di Franco Grillini “Ecce Omo” e dibattito con l’autore, presso la sede diCentaurus, in via Galileo Galilei 4/a.


Catania

17 maggio, 2012 – 19:00, Piazza Stesicoro. Manifestazione per la giornata mondiale contro l’omo transfobia, banchetto e una performance di “artisti di strada contro l’omofobia”

Lettera alle istituzioni locali
Il 17 maggio p.v. ricorrerà la giornata mondiale contro l’omofobia/transfobia, istituita ufficialmene dalla Unione Europea nel 2007 a seguito di alcune dichiarazioni formulate dalle autorità polacche contro la comunità glbt. Ricordiamo che la prima giornata ebbe luogo il 17 maggio 2005 esattamente dopo 15 anni dalla rimozione, da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, della omosessualità dalla lista delle malattie psichiche. Da diverso tempo stiamo assistendo a una preoccupante recrudescenza del fenomeno della violenza a sfondo omo/transfobico sia nel mondo (Daniel Zamudio barbaramente assassinato in Cile) sia in Italia e nel ns. meridione in particolare (Michelle a Catania all’inizio di quest’anno e Claudio Toscano qualche settimana orsono a Reggio Calabria, aggrediti e pestati solo per la loro sessualità).
Al riguardo, riteniamo utile riportare, qui di seguito, alcuni estratti del testo approvato dalla Unione Europea nel 2007 e segnatamente gli art.8/10: «Il Parlamento europeoribadisce il suo invito a tutti gli Stati membri a proporre leggi che superino le discriminazioni subite da coppie dello stesso sesso e chiede alla Commissione di presentare proposte per garantire che il principio del riconoscimento reciproco sia applicato anche in questo settore al fine di garantire la libertà di circolazione per tutte le persone nell’Unione europea senza discriminazioni;» art.8 «condanna i commenti discriminatori formulati da dirigenti politici e religiosi nei confronti degli omosessuali, in quanto alimentano l’odio e la violenza, anche se ritirati in un secondo tempo, e chiede alle gerarchie delle rispettive organizzazioni di condannarli» art.10 Questo Comitato di Catania di Arcigay, cui competono anche Enna e Caltanissetta, celebrerà tale giornata il 17 maggio a partire dalle ore 19 in Piazza Stesicoro mediante una propria postazione e l’articolazione di una performance tematica finalizzata alla sensibilizzazione dei cittadini verso questo fenomeno.
Tutto ciò premesso, riteniamo della massima importanza conoscere l’orientamento dei singoli partiti, delle forze sociali e delle amministrazioni pubbliche verso questo problema e, soprattutto, le rispettive disponibilità a intraprendere concretamente delle azioni di contrasto e in favore della comunità glbt.
In merito a quest’ultimo aspetto di rilevanza pratica, desideriamo sapere se codeste Autorità, partiti, sindacati e associazioni intendono:
1. rendersi promotori di una delibera del Consiglio Comunale/Provinciale che condanni l’omofobia/transfobia;
2. aderire formalmente alla giornata del 17 maggio 2012 promossa da questo Comitato Arcigay;
3. partecipare mediante una loro rappresentanza a tale giornata;
4. costituire un tavolo permanente, partecipato da Arcigay, per la prevenzione del fenomeno.
Nell’ottica della ns. politica di trasparenza verso tutta la comunità, facciamo presente che andremo a rendere note tutte le risposte che ci perverranno, come parimenti eventuali silenzi su quanto chiediamo, ciò al fine di consentire alla nostra comunità le più opportune valutazioni.
Un’ultima considerazione, infine, circa questa ricorrenza del 17 maggio: pur essendo chiaramente centrale il tema dell’omofobia/transfobia, noi non possiamo ignorare il contesto sociale nel quale viviamo e operiamo e, segnatamente, le gravi problematiche che affliggono i cittadini tutti stretti in una morsa fiscale senza precedenti che lungi dal risolvere i problemi crea disoccupazione, fallimenti di aziende, suicidi a catena; non possiamo ignorare la situazione dei tanti migranti che legittimamente aspirano a essere considerati al pari di tutti noi e le cui condizioni di vita nei diversi centri sono esecrabili.
Chiamiamo, dunque, intorno a noi anche tutti coloro che vogliono dire NO al governo delle banche e della finanza, alle discriminazioni razziali e di genere, alla violenza sulle donne, al cattivo governo della cosa pubblica. Ancora una volta: RESISTIAMO PER ESISTERE! ARCIGAY CATANIA IL PRESIDENTE Giovanni Caloggero

Chieti

giovedi 17 dalle ore 10.00 alle ore 13.00, banchetto e materiale informativo presso l’università di Chieti(spiazzale facoltà di lettere) in collaborazione con Arcilesbica.
Domenica 13 ore 10,30 presso la Chiesa Valdese,preghiera per le vittime dell’omofobia;
Domenica 20 pomeriggio torneo di calcetto

Cuneo

Torna la rassegna cuneese contro l’omofobia, con tanti eventi culturali, artistici e momenti d’approfondimento per rendere la provincia Granda sempre più aperta al confronto e alla riscoperta del valore della diversità. Ecco il programma degli appuntamenti, che è possibile trovare anche su Facebook:
Saluzzo – Sabato 5 Maggio – ore 11.15 – Cinema Italia
Letture teatrali a cura dell’Associazione Voci Erranti Onlus per gli studenti delle scuole superiori Istituto Denina, liberamente tratto da “Minchia di re” di Giacomo Pilati.
Saluzzo – Domenica 6 Maggio – ore 16:00 – Piazza Cavour
Spettacolo teatrale all’aperto “Bambini si nasce”, per bambini e genitori
Cuneo – Mercoledì 9 Maggio – ore 21:00 – Ass. Culturale “Liberospazio”, via Meucci 1
Proiezione del film “La mia vita in rosa”
Mondovì – Venerdì 11 Maggio – ore 18:00 – Ass. Culturale “La Meridiana tempo”, Piazza S. Pietro 1
Presentazione del libro “Kiss-face” di Giorgio Ghibaudo
Cuneo – Giovedì 17 Maggio – ore 17:00 – Piazza Galimberti
Flash mob “Briciole di vita”: lettura ed incontro di strada nella giornato mondiale contro l’omofobia e la transfobia
Savigliano – Venerdì 18 Maggio – ore 21:00 – Salone d’onore di Palazzo Taffini, via S. Andrea 53
“Il ruolo della relizione e della famiglia nella relazione con le persone omosessuali”, dibattito con Don Franco Barbero e genitori di ragazzi LGBT
Cuneo – Sabato 19 Maggio – dalle 15 alle 18 – Piazza Europa
Biblioteca vivente: laboratorio esperienziale contro tutti i pregiudizi
Cuneo – Mercoledì 23 Maggio – ore 21:00 – Ass. Culturale “Liberospazio”, via Meucci 1
Proiezione del film “XXY”
Cuneo – Venerdì 25 Maggio – ore 17:30 – Libreria Janus, piazza Europa 24
Presentazione del libro “Omofobia. Strumenti d’analisi e d’intervento” di e con Margherita Graglia

Ferrara – Homophobia, chi ha paura dei gay e delle lesbiche?

GIOVEDÌ 10 – ORE 10.00 SALA ESTENSE – PIAZZA MUNICIPALE • FERRARA OH, BOY! REGIA DI MAURIZIO NICHETTI
SPETTACOLO TEATRALE SULLA VALORIZZAZIONE DELLE DIFFERENZE INDIRIZZATO ALLE SCUOLE SUPERIORI.
SABATO 12 – ORE 18.00 MELBOOKSTORE – PIAZZA TRENTO E TRIESTE • FERRARA PRESENTAZIONE DEL LIBRO PICCOLO UOVO DI FRANCESCA PARDI, DISEGNI DI ALTAN CON L’AUTRICE INTERVERRÀ L’ASSOCIAZIONE FAMIGLIE ARCOBALENO.
SABATO 12 – ORE 19.30 MELBOOKSTORE – PIAZZA TRENTO E TRIESTE • FERRARA INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA IO NON ESISTO DISEGNI DEI BAMBINI DELLE FAMIGLIE ARCOBALENO – FINO AL 26 MAGGIO.
SABATO 19 – ORE 18.00 MELBOOKSTORE – PIAZZA TRENTO E TRIESTE • FERRARA PRESENTAZIONE DEL LIBRO OMOFOBIA DI MARGHERITA GRAGLIA CON L’AUTRICE INTERVERRÀ LA DOTT.SSA CHIARA BAIAMONTE – PSICOTERAPEUTA – COLLABORA CON UNIVERSITÀ DI FERRARA.
DOMENICA 20 – ORE 12.30 CENTRO PER LE FAMIGLIE – ZONA ACQUEDOTTO • FERRARA FAMIGLIE ARCOBALENO, FESTA PER LE FAMIGLIE PRANZO, FAVOLE, GIOCHI, ANIMAZIONI.
MARTEDÌ 22 – ORE 21.00 CINEMA BOLDINI – VIA PREVIATI, 12 • FERRARA PROIEZIONE DEL FILM IL LUPO IN CALZONCINI CORTI DIBATTITO CON LUCIA STANO E NADIA DALLE VEDOVE E FAMIGLIE ARCOBALENO.
SABATO 26 – ORE 18.00 MELBOOKSTORE – PIAZZA TRENTO E TRIESTE • FERRARA PRESENTAZIONE DEL LIBRO CURARE I GAY? DI PAOLO RIGLIANO, JIMMY CILIBERTO E FEDERICO FERRARI CON GLI AUTORI INTERVERRÀ LA PROF.SSA PAOLA BASTIANONI – UNIVERSITÀ DI FERRARA.
MERCOLEDÌ 30 – ORE 16.00 CGIL FERRARA – PIAZZA VERDI • FERRARA CONFERENZA LAVORO E DISCRIMINAZIONE PER ORIENTAMENTO SESSUALE CIRCOMASSIMO ARCIGAY E ARCILESBICA, CGIL E UIL NE PARLANO CON L’AVV. MICHELE GIARRATANO, RESPONSABILE DELL’INDAGINE NAZIONALE ‘IO SONO IO LAVORO’.


Foggia – Niente diritti se stiamo zitti!

Giornata internazionale contro l’omofobia – Foggia

Dal 2007, il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia quale momento di riflessioni e azioni per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale. Il 17 maggio è stato scelto perché è la ricorrenza dalla rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità avvenuta nel 1990. In occasione di questo importante evento, Foggia per la prima volta decide di unire le forze e farsi in tre: Arcigay Foggia “Le Bigotte”, la Caffetteria-Libreria Tolleranza Zero, la Libreria Ubik presentano il Calendario degli Eventi per dire no all’omofobia, ad ogni forma di discriminazione e si propone, a più livelli, di coinvolgere l’intera cittadinanza. Le attività avranno inizio in data 17 Maggio e termineranno il 26 Maggio articolati secondo un calendario ricco di avvenimenti. GIOVEDì 17 MAGGIO ORE 17.30 IN COLLABORAZIONE CON UDS FLASHMOB “DAI UNA MANO ANCHE TU CONTRO L’OMOFOBIA” IN PIAZZA CESARE BATTISTI ORE 19.30 PRESSO TOLLERANZA ZERO: PARLIAMO DI OMOFOBIA CON IVAN COTRONEO (SCRITTORE E SCENEGGIATORE DI “MINE VAGANTI”). I NTERVERRANNO: TIZIANA CARELLA, PSICOTERAPEUTA; SALVATORE D’ALESSIO, LIBRERIA UBIK; MARTA MANNA, TOLLERANZA ZERO; GIANFRANCO MENEO, PRESIDENTE ARCIGAY FOGGIA modera TONY DI CORCIA, GIORNALISTA

Genova

Convegno: “BULLISMO NELLE SCUOLE LIGURI : A CHE PUNTO SIAMO?”

Intervengono
Donatella SIRINGO – PORTAVOCE AGEDO ( Associazione genitori e amici di omosessuali) “Dalla parte dei figli: il Bullismo omofobico e l’esperienza dell’Agedo”
Sergio ROSSETTI – ASSESSORE REGIONALE SCUOLA E FORMAZIONE “Bullismo omofobico nelle scuole Liguri: monitoraggio e buone pratiche”
Matteo VIVIANO – PRESIDENTE CO.GE.DE. ( Coordinamento Genitori Democratici) “Scuola o Caserma?”
Ostilia MULAS – PRESIDENTE ARCIGAY L’APPRODO “Bullismi e identità in pericolo : chi ci restituirà quegli anni?”

Grosseto
Evento organizzato il 12 maggio 2012 da Agedo e Arcigay in collaborazione con l’Assessorato Pari Opportunità della Provincia e del Comune di Grosseto
ore 9:00
Palazzo della Provincia – Sala Pegaso (P.zza Dante Alighieri, 35)
•Apertura e presentazione dell’evento.
•Incontro con le scuole, insegnanti e studenti con proiezione di filmati di sensibilizzazione sulle tematiche LGBT alla presenza di Paolo Patanè Presidente Arcigay Nazionale
Piazza Dante Alighieri
•Rappresentazione attraverso varie forme di arte sul tema “Amore e dintorni”
•Per tutta la giornata gazebo di Agedo, Arcigay e Associazioni aderenti
ore 16,30
Palazzo della Provincia – Sala Pegaso (P.zza Dante Alighieri, 35)
•Presentazione del libro “Omofobia. Strumenti di analisi e di intervento”, Carocci Faber alla presenza dell’autrice Dott.ssa Margherita Graglia (Psicologo- Psicoterapeuta)
ore 21:00
Palazzo della Provincia – Sala Pegaso (P.zza Dante Alighieri, 35)
•Proiezione del film “Due volte genitori”. A seguire dibattito, interverrà Rita De Santis, Presidente Agedo Nazionale


Gorizia

Martedì 15 maggio 2012 ore 17.00 Sala Convegni dei Musei Provinciali Borgo Castello 13 – Gorizia
La Provincia di Gorizia in collaborazione con il Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste e Gorizia organizza, in occasione della Giornata jnternazionale contro l’omofobia, un incontro pubblico sul tema SCUOLA, SPORT E SOCIETÀ PREVENZIONE E CONTRASTO DELL’OMOFOBIA NEI CONTESTI EDUCATIVI
Interverranno:
Bianca Della Pietra – Assessore al Lavoro, Welfare, Università e Pari Opportunità della Provincia di Gorizia.
Sara Vito – Assessore al Bilancio, Programmazione, Personale, Sport e Affari Internazionali della Provincia di Gorizia.
Davide Zotti – Presidente del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica Trieste e Gorizia, “A scuola per conoscerci. Un progetto educativo per prevenire, contrastare e ridurre il pregiudizio sociale verso le/gli adolescenti omosessuali”.
Andrea Carnaghi – Ricercatore e docente dell’ Università di Trieste – Dipartimento di Scienze della Vita, “Testare l’efficacia degli interventi di riduzione del pregiudizio sessuale: una ricerca empirica in FVG”.
Adriana Monzani – Referente area integrazione socio-sanitaria dell’ASS 2 “Isontina”, psicologa e psicoterapeuta, “Incontrare gli adolescenti omosessuali e le loro famiglie nel contesto clinico “.
Patrizia Fiore – avvocata del foro di Udine e socia di Avvocatura per i
diritti LGBTI – Rete Lenford, “Omofobia e tutele giuridiche: tra vuoto normativo e giurisdizione”.
Fulvia Raimo – Consigliera provinciale di Parità, conclusioni.


Mantova

Giovedì 17 maggio 2012, in occasione della Giornata Mondiale per la Lotta all’Omofobia, Arcigay “La Salamandra” e l’Osservatorio sulle Discriminazioni “Articolo3” promuovono una tavola rotonda dal titolo “Famiglie anche noi. Unioni di fatto, non ancora di diritto”. Ospiti ed esperti si confronteranno sul tema delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, con un’attenzione peculiare all’attuale situazione in cui si trovano le tante coppie omosessuali conviventi presenti in Italia, prive di qualsivoglia tutela giuridica ma fiduciose in un più favorevole futuro quadro normativo, anche alla luce del recente pronunciamento della Corte Suprema di Cassazione.
Ne discuteranno il Senatore On. Marco Perduca, Segretario della Commissione del Senato per la Tutela dei Diritti Umani; Nina Palmieri, ironica e pungente conduttrice di Sex Education sul canale Fox Life, che ci proporrà materiale videografico inedito sulla quotidianità delle coppie lgbt; il sociologo Luca Trappolin e l’avvocato Alexander Schuster. Porterà la propria testimonianza anche una coppia omosessuale che ha scelto di contrarre matrimonio civile all’estero.
L’evento, che avrà inizio alle ore 20.30 e si svolgerà presso il Palazzo del Plenipoteniziario di p.zza Sordello, è patrocinato dalla Provincia di Mantova e gode del riconoscimento dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri) come iniziativa di alto valore nella tutela antidiscriminatoria. Presenzieranno e porteranno i loro saluti Elena Magri, Assessore alle Politiche di Coesione Sociale e Pari Opportunità della Provincia ed Emanuele Nitri, Referente UNAR per la Lombardia.


Messina

15 e 16 maggio. Consegna ai comuni che hanno aderito dei manifesti realizzati da arcigay.
16 maggio. Intervento di Makwan in una web tv e in una radio locale.
17 maggio ore 10,30 conferenza stampa alla sede di Makwan via Laudamo 16 Messina
Ore 16,30 distribuzione volantini
Ore 18,00 presso arci thomas sankara via delle vettovaglie ex mercato ittico presentazione di un libro e aperitivo
Ore 18,00 con tutte le associazioni politiche e non realizzazioni banchetti al CENTRO MULTICULTURALI OFFICINA pomeriggio giovani e dibattito aperto con tutti i presenti, intervento sul palco dei vari rappresentanti delle associazioni politiche e non.
Ore 21,00 aperitivo rinforzato al CENTRO MULTICULTURALE OFFICINA
Ore 23,30 serata disco per tutti con lo spettacolo a cura del gruppo donne di Makwan
Durante tutto il pomeriggio e serata verrà proiettato un filmato realizzato da KIKO FISIKELLA contro l’omofobia. IL TUTTO IN COLLABORAZIONE MAKWAN/ CENTRO MULTICULTURALE OFFICINA.


Milano

La giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, celebrata in tutta Europa il 17 maggio, ha come obiettivo quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare discorsi, atti e aggressioni contro le persone lesbiche, gay, bisessuali e trans.
Quest’anno tale ricorrenza è vicina all’arrivo a Milano del Prof. Ratzinger che causerà un’adunata faziosa dove mancheranno parole di rispetto, riguardo, cortesia, attenzione e accoglienza vero le persone e le unioni tra persone omosessuali, bisessuali e trans.
Il coordinamento Arcobaleno che coinvolge con Arcigay Milano 16 associazioni LGBT del territorio milanese, organizza una serie di iniziative per ribadire l’urgenza di politiche e azioni contro l’omofobia e per l’evoluzione giuridica del nostro Paese e per rimarcare la necessità di istituzioni laiche e autonome da qualsiasi influenza e ingerenza religiosa.
– 17 maggio, “Contro l’omotransfobia, pedala!” Piazza Mercanti, ore 22,00.
Critical mass in bicicletta che rivendica i diritti di una città più vivibile e a misura d’uomo, con questo evento rivendicheremo i diritti di una società più aperta e conforme alle necessità di tutti i cittadini.
Pagina evento FB: https://www.facebook.com/events/448121141880830/
– 19 maggio, “Di corsa contro l’omofobia!” dalle ore 10.30 alle 18,
Organizzata da Arcigay Milano, staffetta di 65 km dal Parco di Via Palestro al Parco Nord toccando altri 10 comuni dell’hinterland. La corsa è il simbolo della velocità con cui il parlamento dovrebbe intervenire per recuperare il ritardo sui temi di eguaglianza, rispetto e parità.
Pagina evento FB: https://www.facebook.com/events/222620441182767/
– 3 giugno,”Pensieri laici sulle famiglie. C’è un parco dove l’Amore Spiazza.” ore 15.
Lezioni magistrali introdotte da Margherita Hack in un parco cittadino dove ribadire la pluralità dei modelli familiari e manifestare il proprio dissenso all modello eterosessuale obbligatorio.
– 27 giugno, “Piazza Scala vent’anni dopo, una legge per le coppie omosessuali,” ore 17.
A vent’anni esatti dal 27 giugno 1992 quando Paolo Hutter celebrò il matrimonio civile tra coppie gay e lesbiche, torniamo in piazza Scala per ricordare parte della storia di questa città e condannare il silenzio della politica ad ogni livello, mentre negli altri paesi europei avanza il progresso e la civiltà.


Modena

15 maggio h. 19. Casa delle culture di Modena, via Wiligelmo 8′. Amnesty international e Arcigay per la giornata contro l’omofobia.
19 maggio h. 20.30. Soliera Castello campori. Proiezione di Due volte genitori


Napoli

Conferenza stampa congiunta con il Comune di Napoli per la mattina del 17 maggio presso la sala nugnes (ex sala multimediale) di via Verdi, sede del consiglio comunale. Nel corso della conferenza sarà presentato:
1)L’opuscolo e il registro delle unioni civili
2)Il progetto contro il bullismo omofobico in collaborazione con il Comune di Napoli
3)L’adesione del Comune alla moratoria nazionale per la depatologicizzazione dell’omosessualità

Giovedì 17 dalle ore 17 presso piazza S.Domenico Maggiore ci sarà uno stand delle associazioni LGBT per illustrare alla cittadinanza il registro delle unioni civili e le azioni messe in campo dell’amministrazione comunale e dalle municipalità, a contrasto dei feonomeni di omofobia, transfobia e bullismo omofobico!

Nel pomeriggio si terrà uno stand informativo contro l’omofobia in Piazza San Domenico Maggiore.


Padova – Si può essere gay in Italia?

Due gli appuntamenti organizzati dal Circolo Tralaltro in occasione del 17 maggio, Giornata Mondiale contro l’Omofobia. Si può essere gay in Italia? Questa la domanda fondamentale cui cerca di dare risposta il libro “Out. La discriminazione degli omosessuali” (Editori Internazionali Riuniti, 2012) della scrittrice Maura Chiulli che verrà presentato martedì 15 maggio, ore 21.00 al Circolo Arcigay Tralaltro di Padova. Il racconto delle “diversità” offerto dalla autrice fotografa un’Italia in cui ignoranza, sessismo e discriminazione sono gli unici colori. Il Bel Paese si dimostra arretrato rispetto al mondo e all’Europa, incapace di garantire diritti ai suoi cittadini omosessuali. Uomini e donne che vivono, amano e pagano le tasse anche per chi li insulta per strada, li sbeffeggia dai palchi della politica, li aggredisce tra i banchi di scuola e nelle vie delle città.
In occasione del 17 maggio, Giornata Mondiale contro l’Omofobia – data in cui, nel 1993, l’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha ufficialmente depennato l’omosessualità dalla lista delle patologie- i volontari del Circolo Tralaltro saranno, inoltre, in Piazza dei Signori sotto la Loggia della Gran Guardia per distribuire materiale informativo e ricordare, se mai ce ne fosse bisogno, che in Italia la strada verso la parità dei diritti è ancora lunga e piena di difficoltà.
Presentazione del libro “Out. La discriminazione degli omosessuali” di Maura Chiulli martedì 15 maggio, ore 21.00 Circolo Arcigay Tralaltro Padova Corso Garibaldi 41, Padova per informazioni www.tralaltro.it Ingresso libero

Palermo

Dal 2007 l’Unione Europea ricorda il giorno in cui l’omosessualità è stata rimossa dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità, celebrando in quella data la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (o IDAHO).
In occasione della Giornata Internazionale, il Palermo pride vi invita a un doppio appuntamento, una giornata di studio, di approfondimento, di riflessione su omosessualità e omofobia, che si svolgerà al teatro Gregotti (Università degli Studi, viale delle Scienze, nei pressi degli edifici 14 e 16)
1) ore 16.00: Associazione Studentesca Psicologia Scienza e Cultura organizza l’incontro “In difesa di un pensiero libero: identità e sessualità tra norma e stigma“
– I Giornata. “L’omosessuale e sé stesso”
La costruzione culturale dell’identità di genere (Prof.ssa D’Agostino)
“L’amore che non osa dire il suo nome…” (Dott.ssa Tomasino)
Sessualità impreviste? (Prof. Rinaldi)
L’omosessualità e la Psicologia clinica (Prof. Lo Coco)
Video Agedo “Due volte genitori” Omosessualità e counseling (Dott. Cappotto)
“I nostri figli parte del mondo, non un mondo a parte” (Testimonianza Genitore/Agedo) L’esperienza del Queer Filmfest (Dott. Lo Monaco)
2) ore 20.00 Il Sicilia Queer Filmfest organizza: “il QUEER secondo ME #4 , in ricordo di Alan Turing” Ignazio Licata (fisico teorico) ricorda il matematico Alan Turing nel centenario della nascita. Omosessuale, morì suicida a soli 41 anni in seguito a una persecuzione omofobica condotta nei suoi confronti da parte del governo britannico
“Turing Machine – Opera” (2008), opera multimediale composta da Eeppi Ursin e Visa Oscar, e rappresentata in lingua inglese all’Opera di Helsinki nel 2008, il cui libretto è ricavato dal testo teatrale “Turing” (2000) di Miko Jaakkola e Jussi Lehtonen (60 minuti) “Wittgenstein” (1993) di Derek Jarman (75 minuti)


Perugia – Contro l’omofobia, adotta un finocchio!

Come ogni anno, il circolo Omphalos dedica il mese di maggio alla lotta all’omofobia con un calendario ricco di eventi, che si concluderanno domenica 20 maggio con la 3° Sagra del finocchio!
Programma
Domenica 13 maggio Play-dinner presso il ristorante Iris In collaborazione con il Teatro di Sacco, per info: 340 97 00 687
Mercoledì 16 maggio, h12:00 Conferenza sulla situazione giuridica delle coppie omosessuali in Italia
Presso la Facoltà di Giurisprudenza Intervengono: Prof. Volpi (costituzionalista), Prof. Pitch (sociologa del diritto), Prof. Marella (civilista), Avv. Lioi (responsabile giuridico Arcigay), Dott. Giacomelli (Rete LENFORD)
Giovedì 17 maggio, h15:00 Conferenza sull’omofobia Presso la Facoltà di Lettere e Filosofia
Intervengono: Prof. Dominici (sociologo), Dott.ssa Colaianni (psicologa e psicoterapeuta), Dott.ssa Pompili (antropologa)
h17:00 Contro l’omofobia, adotta un finocchio! Banchetto in P.zza della Repubblica con distribuzione gratuita di piantine di finocchio
Venerdì 18 maggio Be Queer 4 Pride! L’unica notte LGBT dell’Umbria, presso il Lido Village di Ponte San Giovanni, festa di finanziamento per il Bologna Pride
Domenica 20 maggio, h15:00 3° Sagra del finocchio Open day presso l’Omphalos, aperitivo a base di finocchio
www.adottaunfinocchio.com


Pavia
giovedì 24 maggio: conferenza “Omofobia, la paura dei gay”, ore 21, presso la sala polivalente del Municipio di Bressana Bottarone. Si parlerà di bullisimo omofobico tra i giovani con il dott. Giuseppe Polizzi di Arcigay Pavia; omofobia e violenza simbolica con il dott. Cesare Del Frate, codirettore di Diogene Filosofare Oggi; omofobia e implicazioni religiose con il dott. Gianni Geraci, portavoce del Guado (Gruppo di Ricerca su Fede e Omosessualità) di Milano.
– Cineforum “Visioni di ordinaria omosessualità”, dalle ore 17.30 presso l’Università degli Studi di Pavia:
lunedì 28 maggio: proiezione del film “Wilde” di Brian Gilbert;
martedì 29 maggio: proiezione del film “Festa per il compleanno del caro amico Harold” di William Friedkin;
mercoledì 30 maggio: proiezione del film “Priscilla” di Stephan Elliot;
lunedì 4 giugno: proiezione del film “Boys don’t cry” di Kimberly Peirce;
mercoledì 6 giugno: proiezione del film “Les Amours Imaginaires” di Xavier Dolan.
– giovedì 31 maggio: conferenza “La cultura gay visuale: un percorso storico attraverso i videoclip “, ore 18.00, Università degli Studi di Pavia. Interverrà Giovanni Dall’Orto, giornalista e storico del movimento LGBTQI.
– domenica 3 giugno: FESTA DELLE DIVERSITA’, dalle ore 15 in Piazza della Vittoria, Pavia. Un momento di condivisione e impegno comune organizzato da Arcigay Pavia per le associazioni che si occupano di discriminazione nel territorio pavese; interverranno Franco Bomprezzi e Kaha Aden, e ci saranno momenti di danza a cura delle associazioni ELSE4motion e UILDM Pavia; a chiudere la giornata il concerto del gruppo pavese “La Rosa Bianca”. Partecipano alla giornata le associazioni: Arcigay Pavia, Universigay, Antigone, Coord. Pavia Handy, UILDM, Cartaspina, Babele, Con-tatto, FILDIS, ANFFAS, Liberamente, ELSE4motion, Amnesty International Pavia, Ci Siamo Anche Noi.

“Nell’ambito delle iniziative previste dal protocollo di intesa tra la Provincia di Pavia e l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni razziali (Dipartimento diritti e pari opportunità) abbiamo ritenuto opportuno patrocinare e sostenere la Festa delle Diversità, organizzata da Arci Gay di Pavia che si terrà il 3 giugno in piazza della Vittoria a Pavia”. A parlare è Milena D’Imperio, Vice Presidente della Provincia di Pavia. ”Abbiamo fatto questa scelta – continua – perché riteniamo che una società civile e responsabile non possa accettare nessun atteggiamento omofobo e che il nostro Paese possa collocarsi a pieno titolo in una dimensione europea solo se si impegna con forza per fare crescere la coesione sociale, per quanto lungo e difficile possa essere questo percorso”. La festa della diversità del 3 giugno si colloca su una linea di ideale continuità con la “Giornata Internazionale contro l’omofobia” ( 17 maggio ) istituita dall’Unione Europea con propria risoluzione del 26 aprile 2007, con l’obiettivo di diffondere i principi costitutivi dell’Unione : il rispetto dei diritti umani, delle libertà fondamentali, l’uguaglianza tra tutti i cittadini, contro ogni discriminazione e pregiudizio. “Solo dando forza a questi valori, presenti anche nell’articolo 3 della nostra Costituzione – dichiara il consigliere provinciale Giacomo Galazzo, responsabile dei rapporti con le realtà associative – è possibile promuovere forme sempre più incisive di inclusione e di integrazione sociale, trasformare la società in una realtà solidale, dove nessuno si senta escluso e dove nessuno venga offeso o discriminato in ragione del proprio orientamento sessuale”. “La festa della diversità del 3 giugno – dichiara Giuseppe Polizzi, Socio fondatore di Arcigay Pavia – che arriva alla propria terza edizione è realizzata da Arci Gay e da tante associazioni dello Sportello antidiscriminazione. La città di Pavia è una città protagonista nel panorama nazionale sul tema della lotta alla discriminazione : siamo convinti che la Festa del 3 giugno sarà una occasione importante per riflettere sul tema della solidarietà, dell’uguaglianza e delle pari opportunità e per costruire un rapporto più stretto tra associazioni e istituzioni”. “Il patrocinio assicurato dalla Provincia alla Festa della diversità del 3 giugno – dichiara ancora il consigliere Galazzo – è una precisa manifestazione di attenzione rispetto alle realtà associative, che operano sul terreno dell’inclusione e che spesso rappresentano le energie migliori della società civile. Per parte mia, su proposta di Arcigay Pavia, presenterò una mozione in Consiglio che impegni l’Amministrazione a segnalare al Parlamento l’urgenza di un intervento legislativo in tema di lotta all’omofobia tramite l’introduzione delle opportune fattispecie di reato”.


Pesaro Urbino

Giovedì 17 maggio è la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, l’odio e la violenza nei confronti delle persone omo e transessuali, ricorrenza promossa dall’Unione Europea dal 2007.
Il Comitato Provinciale Arcigay Agorà, insieme ad Agedo Pesaro e Urbino (Associazione genitori e amici di omosessuali), GAP (Gruppo Universitario LGBT urbinate) e CGIL Nuovi Diritti saranno in Piazza del Popolo a Pesaro per dare il proprio contributo a questa importante ricorrenza. Dalle 16 alle 20 distribuiremo depliant e materiali informativi sull’omofobia e a ciascuno verrà regalata una bustina con alcuni semi di finocchio.
In collaborazione con la rete Studenti Medi, federazione degli Studenti Medi e Gap faremo un volantinaggio a tema omofobia in tutte le scuole della regione, perchè è dai ragazzi che si può, e si deve, partire per sconfiggere i cancri odiosi che ammorbano la nostra società.
In Italia sono quotidiane le notizie di ragazze e ragazzi vittime di violenza omofobica, mentre nel mondo esiste persino l’omofobia di Stato: in alcuni paesi l’omosessualità è un reato punibile persino con la morte, come avviene in Iran, dove quattro ragazzi gay sono stati recentemente condannati a morte per “sodomia”.
La lotta all’omofobia passa anche per il riconoscimento dei diritti di ugualianza delle persone omosessuali. Negli Usa il presidente Obama si dichiara favorevole ai matrimoni gay mentre persino il candidato repubblicano Romney apre alle adozioni. In venti Paesi d’Europa esistono leggi per i diritti civili della coppia omosessuale, in Italia non passano nemmeno leggi contro la violenza omofobica. Non è estranea a colpe la Chiesa cattolica, notoriamente omofoba, ma certamente la politica e l’Italia intera può e deve essere diversa, come lo fu votando su divorzio e aborto.
E’ necessario intervenire sul tema, perchè dove la legge lascia un vuoto si annida il peggio dell’umanità: sopraffazione, dolore, odio e violenza. E’ ora di finirla.
Valerio Mezzolani, presidente Comitato Arcigay “Agorà”


Pescara

Arcigay Pesrata, in collaborazione con il consolato generale italiano in Albania e con la partecipazione di Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay, organizza il giorno 16 maggio presso il Liceo “Ali Demi” di Valona, in Albania, per l’occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia il primo evento legato a tematiche antidisciminatorie a favore della comunità albanese LGBT che sia mai stato realizzato fuori dalla capitale albanese.


Piacenza

In occasione della Giornata Internazione contro l’omofobia siamo felici di invitarvi a condividere con noi la visione del toccante film PRAYERS FOR BOBBY, con una bravissima Sigourney Weaver nel ruolo di
Mary Griffith, una madre molto religiosa che non accettando l’omosessualità del figlio lo porta a compiere un gesto estremo, che la porterà profondi cambiamenti nella sua vita.
Il film è tratto da una storia vera (Bobby si è suicidato nel 1989), e tocca il delicato argomento dell’omofobia vissuta in famiglia, che purtroppo viene ampiamente sottovalutato e passa spesso inosservato, nonostante il suo grande peso nella vita di tantissimi omosessuali più o meno giovani. In Italia, in particolare, stupisce che nonostante l’importantissimo ruolo che riveste la famiglia, se ne parli ancora tanto poco. La storia di Bobby può quindi offrire spunti di riflessioni particolarmente interessanti e sicuramente guardare questo film è un modo per farne tesoro… In questa occasione il film e il cineforum saranno introdotti da Rita Mura, referente per l’AGEDO (Associazione GEnitori a emici Di Omosessuali) di Piacenza. Il film verrà proiettato in inglese con i sottotitoli in italiano. L’appuntamento è per giovedì 17 maggio alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.


Pistoia
PISTOIA AGAINST HOMOPHOBIA”: ECCO LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO L’OMOFOBIA
Da venerdì a domenica una serie di appuntamenti organizzati dal Comune, Arci gay “La Giraffa” e Arci di Pistoia
In occasione della ottava edizione della “Giornata Mondiale contro l’omofobia”, che ricorre domani (17 maggio), il Comune di Pistoia partecipa all’organizzazione, proposta dalle associazioni Arci Gay “La Giraffa” ed Arci Pistoia, di una serie di iniziative che vanno sotto il titolo complessivo Pistoia against Homophobia, in programma nei prossimi giorni in città.

In particolare, venerdì 18 maggio alle 18, alla Libreria Lo Spazio è prevista la presentazione del libro “Gli anagrammi di Varsavia” di Richard Zimler, con la presenza dell’Autore. Sabato 19 maggio, dalle 16 in poi, in Piazza Gavinana ci sarà “Libreria Umana – Conosciamoci”, uno spazio d’incontro e di scambio. A questo appuntamento sarà presente anche l’assessore alle politiche di inclusione e promozione sociale Tina Nuti. Infine domenica 20 maggio, alle 20.30 al Circolo Arci “Le Fornaci”, si svolgerà una cena con la proiezione del film “La persona de Leo N.”, di Alberto Vendemmiati (per info e prenotazioni: Daiana 3476926658 pistoia@arcigay.it)

La “Giornata Mondiale contro l’omofobia” è stata istituita nel 2005 per iniziativa di Louis-Georges Tin, curatore del Dictionnaire de l’homophobie (Presses Universitaires de France, 2003), in quanto il 17 maggio 1990 l’assemblea dell’organizzazione mondiale della sanità (OMS) cancellava l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali e così facendo intendeva mettere fine a secoli di pregiudizi, discriminazioni e violenza. In occasione di questa ottava edizione, proprio in questi giorni il Ministro della Pubblica Istruzione ha invitato anche le scuole a celebrare la “Giornata Mondiale contro l’omofobia”.
Il Comune di Pistoia fin dal 2007 ha aderito alla Rete READY, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni per il superamento delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere.


Ragusa
Dal 2007, il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia quale momento di riflessioni e azioni per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale. La lotta all’omofobia, alla violenza e alle discriminazioni ai danni di omosessuali, lesbiche e transessuali è tra gli obiettivi prioritari di Arcigay. L’omofobia, definita come come una paura e un’avversione irrazionale nei confronti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT), trova terreno fertile nel pregiudizio e può manifestarsi in modi molto diversificati: dalle offese verbali, alle minacce fino alle aggressioni fisiche. Essere bersaglio di un odio ingiustificato produce delle conseguenze negative sulla persona: malessere, esclusione, disagio. La discriminazione si esplica come ogni azione di esclusione di omosessuali, lesbiche e transessuali e investe più ambiti dalla scuola, al mondo dello sport e del lavoro. L’impegno dell’associazione, oltre ad essere indirizzato al supporto psicologico e legale delle vittime, sia a livello locale che nazionale, si esprime in un’ampia e consolidata azione di prevenzione dell’omofobia. Arcigay, tra le altre iniziative, organizza campagne di sensibilizzazione, pubblica ogni anno un rapporto sui casi di omofobia in Italia e collabora con OSCAD, l’Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori istituito dalla Polizia di Stato. L’opera di Arcigay nello scardinare le porte del pregiudizio è una missione culturale unica intesa a consentire l’accesso ad un futuro che riconosca la diversità come valore e risorsa insostituibile. Quest’anno il Comitato Arcigay Ragusa si occupera’ di rendere visibile la Campagna pubblicitaria contro l’omofobia 2012 e sara’ presente all’evento organizzato da AGEDO Ragusa a villa Margherita. Salvatore Milana Presidente Arcigay Ragusa


Ravenna

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia e la Transfobia del 17 Maggio, Arcigay Frida Byron Ravenna organizza un PALLONCINO sit in, in Piazza del Popolo, a favore dell’estensione della Legge Mancino, inserendo fra i motivi per discriminazione, odio e violenza anche quelli legati all’orientamento sessuale o all’identità di genere.
Vieni a sostenerci (sostenerti) anche tu, LANCIA IN CIELO il tuo MESSAGGIO CONTRO LE DISCRIMINAZIONI! L’Omosessualità non è un problema. L’omofobia si!!!!


Reggio Calabria
Arcigay “I due mari” di Reggio Calabria, ARCI, Sinistra Ecologia Libertà, Collettivo UniRC, Rifondazione Comunista, Energia Pulita, Giovani Democratici, Ethos e poi ancora Animalisti Italiani, Centro Sociale “Cartella”, Associazione culturale SNaP, ASI, CGIL, FLC CGIL , ASI, Italia dei Valori, ANPI, Legambiente e Associazione Jineca sono le sigle che, ad oggi hanno dato adesione, stanno organizzando e parteciperanno alle giornate del 17 – 18 – 19 maggio interamente dedicate alla lotta all’omofobia, lanciate dall’Arcigay “I due mari” di Reggio Calabria.
Un ombrellino rainbow è il simbolo scelto dai promotori per lanciare le tre giornate contro l’omofobia e uno slogan – “Apriti agli altri. Riparati dai pregiudizi” – che sintetizza un’idea, o forse un’intera cultura del rispetto, fondata non più sulla tolleranza incondizionata e irrazionale, bensì sulla conoscenza dell’altro e delle diversità.
Il 17 maggio si celebra infatti la Giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, ricorrenza promossa dall’Unione Europea, quale momento di riflessione e azione per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale. Quest’anno giunge a circa un mese di distanza da una terribile aggressione omofoba ai danni di un giovane concittadino, Claudio Toscano; un segnale inquietante che ha messo in luce come la strada da percorrere per una società plurale, rispettosa delle differenze e che riconosca i diritti di ogni individuo senza alcuna distinzione è ancora molto lunga. Per questo è nata l’esigenza di queste tre giornate di riflessione, denuncia, proposta e sensibilizzazione della cittadinanza contro l’omofobia e contro ogni discriminazione. Le giornate saranno anche un’occasione aperta a tutti coloro che vorranno accettare questo invito, sigle, istituzioni e singoli, per una più ampia riflessione, laica e libera da pregiudizi, sui diritti lgbt, raccogliendo i segnali provenienti dalla società, dalle sentenze dei tribunali, dalla scienza, dall’università, dalle imprese, dalla vita vera delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender.
Le tre giornate si apriranno proprio giorno 17, alle ore 18.00 in punto, sulle scalinate del Teatro Cilea, con un appuntamento a sorpresa.
Venerdì 18, dalle ore 16.00, l’appuntamento sarà presso l’aula magna della Facoltà di Architettura per la proiezione cinematografica di “Milk”, il film diretto da Gus Van Sant con Sean Penn e vincitore di due Premi Oscar, preceduto da un dibattito con gli studenti.
Infine sabato 19, dalle ore 18.00, si terrà un grande evento conclusivo in Piazza Camagna con la musica di FilmNoir e Hemingway Cafè, lo spettacolo a cura del Centro Studio Danza di Gabriella Cutrupi, la sfilata della stilista Vienna Kandrea, Katia Colica in un reading poetico .
Verrà inoltre allestito il “Gay Village” con i gazebo di tutti i soggetti aderenti alle giornate.


Rimini

Il comitato provinciale Arcigay A. Turing di Rimini organizza un pomeriggio contro ogni discriminazione. In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia, l’Associazione propone un pomeriggio di riflessione e di cultura. Sabato 12 maggio presso la libreria Feltrinelli di Rimini (Largo Giulio Cesare 4) dalle ore 18 siete invitati a partecipare alla presentazione del libro OUT – La discriminazione degli omosessuali, Ed. Internazionali Riuniti. Interverranno l’autrice Maura Chiulli, il Presidente onorario di Arcigay Franco Grillini. Modera la giornalista del Corriere di Romagna, Vera Bessone. Sui diritti alle persone omosessuali e transessuali l’Italia è a zero. Ottuse e retrive, le Istituzioni del nostro Paese sembrano voler prendere sempre più le distanze dall’Europa civile. Quale destino per un’Italia che non ascolta gli umori di un mondo che cambia? Dove: Libreria Feltrinelli di Rimini (Largo Giulio Cesare 4).


Roma
17 maggio h.18. Libreria Feltrinelli Galleria Colonna. Presentazione del libro “Gli Anagrammi di Varsavia” di Richard Zimler
Intervengono: Barbara Carfagna – Giornalista Tobia Zevi – Associazione di Cultura Ebraica Hans Jonas
Paolo Patané – Arcigay Sarà presente l’autore
Con “Gli Anagrammi di Varsavia”, Richard Zimler ci propone un’indagine dura e avvincente, ambientata nel Ghetto Ebraico nel 1941, dove la sete di giustizia è più forte del dolore. Un noir coinvolgente che si conclude con la fuga dai nazisti di due amici ormai anziani: il protagonista Erik e Izzy, suo vecchio amico

Arcigay e Gay Street. Giornata contro omofobia. A Roma notte di pensieri e musica contro l’omofobia. Con la partecipazione di Antonella Elia
A conclusione delle celebrazioni per la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia del 17 maggio si terrà a Roma una serata dal titolo “Pensieri e Musica contro l’omofobia” organizzata dal Comitato gay Street Roma e Arcigay. L’evento, realizzato da Diego Longobardi, vedrà intervenire, il 17 maggio dalle ore 21 e 30 in Via Di San Giovanni in Laterano angolo via Labicana, Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay, Massimiliano Monnanni, di Unar, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, Vanni Piccolo, leader del movimento lgbt, Ivan Scalfarotto di Parks, insieme a rappresentanti di OSCAD e rappresentanti dell’ambasciata americana. A seguire l’esibizione, a titolo gratuito degli artisti Tia Architto,Karma B, Alba e il corpo di ballo di Muccassassina, Silvana della Magliana e Mario Gloss e con la partecipazione dell’attrice Vittoria Schisano e di Antonella Elia. Seguirà la musica con un Dj set di Enrico Meloni e Nico.Presenta la serata Emanuela Orlando.


Rovigo

Sabato 12 Maggio, dalle ore 9:00 Banchetto al mercato di Rovigo, in via Benvenuto Tisi da Garofalo.
Nella settimana dal 14 al 17 Maggio Affissione di 400 manifesti della campagna nazionale Arcigay contro l’omofobia, nell’area della città e zone limitrofe e frazioni, in collaborazione con enti locali.
Venerdì 18 Maggio, ore 21:00. Presso la sala Senior, in via Bonatti, 10 di Rovigo, in collaborazione con CineGap. Proiezione del film La Nascita delle piovre, Francia 2007, esordio alla regia della trentenne francese Céline Sciamma, Naissance des pieuvres è un teen movie che accoppia due elementi basilari: la messinscena degli stereotipi del genere e la riflessione sugli stessi la proiezione è preceduta da presentazione e seguita da dibattito aperto.


Salerno

17 maggio h. 17 – Confronto – “Omofobia. Atteggiamenti, pregiudizi e strategie di intervento.” Ospiti On.Gianni Vattimo, Massimo Andrei, Eduardo Scotti, Pasquale Quaranta e Lorenzo Forte, modera Erminia Pellecchia – giornalista IL MATTINO. Presso il Parco ex Salid, Salerno.

Dal 14 al 20 maggio, il Movimento Pansessuale Arcigay e l’Arci Siena in occasione della Giornata contro l’omofobia

Settimana contro l’omofobia: a Siena sei giorni di incontri e iniziative sul tema

Sei giorni di iniziative dedicate all’omofobia e alla comunità GLBTQI (gay, lesbica, transessuale, queer,
intersessuale), per sensibilizzare l’opinione pubblica sul rispetto dei diritti per cittadini e cittadine omosessuali
e transessuali, spesso “giudicati e additati” sulla base di pregiudizi e stereotipi infondati. E’ con questo spirito
che il Movimento Pansessuale Comitato Provinciale Arcigay di Siena, in collaborazione con l’Arci provinciale
di Siena, ha promosso la “Settimana contro l’omofobia”, cogliendo l’occasione della Giornata Internazionale
contro l’Omofobia e la Transfobia, fissata per giovedì 17 maggio.

La “Settimana contro l’omofobia” è in programma dal 14 al 20 maggio e proporrà momenti di formazione,
di riflessione e dibattito, ma anche di divertimento. La prima giornata, lunedì 14 maggio, si aprirà con una
giornata di formazione, per studenti e non, presso la facoltà di Scienze Politiche a Siena, in Via Mattioli
n°10, intitolata “Verso il 17maggio: istruzioni per l’uso”. L’iniziativa conta sull’adesione delle associazioni
studentesche Link Siena e Movimento Universitario Senese e della Presidenza della stessa Facoltà, con
il patrocinio del Comitato Pari Opportunità dell’Università degli Studi di Siena e proporrà un laboratorio
sull’identità sessuale e uno sull’omofobia e la relativa legislazione, con la possibilità di vedere un film cult
dedicato alla cultura omosessuale.

Martedi 15 maggio il programma proporrà un momento di socializzazione con la proiezione del
film “Brotherhood – Fratellanza” presso la sede Arcigay di Siena, negli spazi di Metrocubo (Via Roma, 75/
77). L’ingresso è riservato soltanto ai soci Arcigay e/o Arci , con la possibilità di fare la sera stessa la tessera
Arcigay. Mercoledi 16 maggio, il consueto AperiPan, aperitivo organizzato dal Movimento Pansessuale, sarà
dedicato al tema “Politica, omofobia e diritti”, con la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni locali per
parlare di questi temi e della situazione sul territorio senese, anche, e soprattutto, in vista del Bologna Pride,
manifestazione nazionale in programma il 9 giugno, e del Toscana Pride, fissato per il 7 luglio a Viareggio.
L’AperiPan si svolgerà al Touché Dinner Pub, in Piazza del Sale n°3, a Siena.


Siena

Giovedi 17 maggio, Giornata Internazionale contro l’Omofobia, l’Arcigay e l’Arci senesi saranno tutto
il giorno in pieno centro cittadino, in Piazza Salimbeni, per distribuire materiale informativo. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica senese, nel giorno in cui si celebra la lotta all’omofobia, facendo conoscere le maggiori campagne portate avanti da entrambe le associazioni nel contrasto a ogni forma di discriminazione, per una società più egualitaria. Venerdi 18 maggio l’Arcigay Siena rinnova l’appuntamento con la sua festa mensile, la serata “Glitter”, animata da volontari dell’associazione e dalla drag queen MadameGaga Drag. L’appuntamento, dal titolo “Ancient Rome”, sarà dedicata al contrasto fra patrizi e plebei ed è per le ore 22.30 allo Skilé Music Bar di Vico Alto, a Siena. Il “Glitter” è anche uno dei party ufficiali di presentazione del Toscana Pride, la cui piattaforma politica conta anche sull’adesione del Movimento Pansessuale di Siena in qualità di associazione co-organizzatrice.
La Settimana contro l’omofobia si chiuderà domenica 20 maggio con “Lettere dal mondo glbtqi: riflessioni a libro aperto”, che proporrà la lettura di alcune citazioni tratte da libri che raccontano il mondo gay e
transessuale e, anche, le relative discriminazioni. Partendo da queste letture, sarà aperto un dibattito sulle tematiche al centro delle citazioni. Nel corso di tutti gli eventi, sarà distribuito anche il materiale informativo del SISM Siena, associazione che raggruppa gli studenti delle facoltà di Medicina di tutta Italia e che, sul territorio senese, ha aderito alla Settimana contro l’Omofobia.


Teramo

17 maggio. Affissione nei principali comuni della campagna nazionale di Arcigay contro l’omofobia 2012 e banchetto in una piazza nel comune di Roseto.


Torino

La Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (o IDAHO, acronimo di International Day Against Homophobia and Transphobia) è una ricorrenza promossa dall’Unione europea che si celebra dal 2007 il 17 maggio di ogni anno. Il 17 maggio 1990 infatti l’Organizzazione mondiale della sanità cancellava l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia e della transfobia.
Arcigay Torino Ottavio Mai celebra la giornata del 17 maggio durante tutta la settimana, iniziando il martedì 15 maggio, in via Cesare Balbo 10/d, con la proiezione “Prayer for Bobby”, presenti i genitori dell’associazione AGEDO Torino;
Il film è basato sul libro Prayers for Bobby: A Mother’s Coming to Terms with the Suicide of Her Gay Son scritto dal giornalista ed attivista Leroy F. Aarons, in cui è raccontata la storia vera di Mary Griffith e del suo percorso verso una più consapevole comprensione dell’omosessualità dopo il suicidio dell’amato figlio Bobby. Nel cast una bravissima Sigourney Weaver. http://arcigaytorino.it/2012/05/10/serata-cinema-cinema-con-il-film-prayers-for-bobby/
giovedì 17 maggio, dalle 16 in poi in Piazza Castello angolo Via Garibaldi, Arcigay Torino sarà presente con un banchetto informativo e presenterà la campagna IO DENUNCIO promossa a livello nazionale, che verrà anche affissa nella città di Torino. L’importanza di far emergere e denunciare gli episodi di bullismo e discriminazione è stata sottolineata anche da Giorgio Napolitano nel suo discorso del 17 maggio 2011: “occorre denunciare e contrastare in tutte le sedi e innanzitutto in sede politica le aggressioni fisiche, gli atti di bullismo, le provocazioni verbali quali quelle che hanno investito anche un membro del Parlamento italiano. La battaglia contro l’omofobia non deve riguardare “meritorie avanguardie” ma essere “impegno civile”.”
A partire alle ore 16.30 avrà luogo il flash mob promosso da Arcigay Torino VITTIME DELL’OMO/TRANSFOBIA: oltre 50 persone verranno coinvolte per interpretare vittime di episodi di omofobia (insulti, minacce, violenza) e si muoveranno nel centro per sensibilizzare le persone relativamente a questo massacro quotidiano.
“Definirlo massacro è forse poco – riferisce Marco Giusta, presidente del comitato -dati alla mano si evidenzia che esiste ancora in Italia una sorta di “avversione” all’omosessualità, figlia di un maschilismo imperante, che affonda la sue radici nella cultura più becera e retriva, foraggiata incessantemente dalle dichiarazioni di quei politici che fanno campagna elettorale sulla pelle delle persone LGBT e dalle gerarchie vaticane. Questi figuri, invece di scendere in piazza contro la legge 194 o a favore di un modello di famiglia che resiste solo nella pubblicità della Mulino Bianco, dovrebbero imparare a rispettare la dignità di uno stato laico come la Repubblica Italiana, nella cui costituzione, ad esempio, non vi è alcun impedimento al matrimonio tra persone dello stesso sesso, come è stato stabilito dalle sentenze della corte costituzionale e della corte di cassazione. Per quanto riguarda i dati, Arcigay compila ogni anno un report delle segnalazioni di violenze nei confronti delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans che sono diffusi dalla stampa, al netto però di due considerazioni: primo che questi dati riguardano specificatamente circa il 10% della popolazione (e quindi assumono un impatto ben più devastante), secondo, che un fenomeno come quello della violenza omofobica è tipico per restare nella zona grigia del non detto, del non denunciato, del non pubblicato, come un iceberg di cui possiamo scorgere solo la punta. Nel 2010 sono stati diffusi dalla stampa due casi di omicidio, 39 casi di violenza, 6 casi di estorsione, 2 casi di bullismo, 8 casi di atti vandalici. Nel 2010 alle associazioni omosessuali è stato più volte vietato l’accesso nelle scuole per iniziative di sensibilizzazione, negato l’accesso alle donazioni di sangue escludendoli così dalla piena cittadinanza. Sono innumerevole poi, nel 2010, le dichiarazioni istituzionali a sottofondo omofobico. A maggio del 2011 risultano 8 i casi di violenza, discriminazione ed insulto, 5 quelli di estorsione e un caso di bullismo omofobico. Il 74% dei ragazzi omosessuali tra 13 e 26 anni racconta di aver subito almeno un episodio di bullismo omofobico o di discriminazione (dati Arcigay)”.
“L’ostentazione in pubblico di atteggiamenti di irrisione nei confronti di omosessuali – continua il presidente Giorgio Napolitano nel suo discorso del 2011 – è inammissibile in società democratiche adulte”.
Infine, a partire dalle 20.30, sempre in Piazza Castello verrà chiusura del concorso “Le Poesie che vincono la paura – concorso nazionale di poesie contro l’omofobia”. Verranno proclamati i primi tre vincitori in chiusura della manifestazione in piazza Castello.
“Un paese si fa rispettare se è rispettabile e se rispetta gli altri”, ovvero “se i suoi cittadini si comportano con senso del decoro, se non offendono chi è diverso da loro, le minoranze religiose, gli stranieri immigrati, gli omosessuali, chi ha una pelle di altro colore”. G. Napolitano, 17 maggio 2011

Trani

Domenica 6 Maggio 2012. Trani gazebo informativo Arcigay Bat dalle ore 17:00 presso Via San Giorgio.


Trento

15 maggio h 20.30. Fiaccolata pda piazza Duomo. Seguirà dibattito (a cui saranno presenti Arcigay ed Arcilesbica). Ulteriori informazioni si possono trovare sulla pagina facebook di Arcigay Trento.


Trieste

CONTRO L’OMOFOBIA E LA TRANSFOBIA INCONTRO ALL’UNIVERSITÀ DI TRIESTE 11 MAGGIO 2012
Sabrina Morena dell’Associazione Culturale Spaesati e Davide Zotti e Andrea Tamaro del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste hanno incontrato oggi all’Università di Trieste gli studenti del Corso di Diritto penale (3° modulo) della Facoltà di Giurisprudenza. La professoressa Natalina Folla ha voluto organizzare l’incontro per permettere agli studenti di approfondire un aspetto problematico della nostra società: il mancato riconoscimento dei diritti delle persone omosessuali e il fenomeno dell’omofobia che ferisce la vita e la dignità di gay e lesbiche, in Italia come in altri paesi del mondo. Nel corso dell’incontro è stato proiettato il film Angeli nel braccio della morte di A. Golinelli e R. Bernini, che testimonia le persecuzioni e le condanne a morte degli omosessuali iraniani. È seguito un interessante dibattito che ha toccato diversi temi: la situazione internazionale (circa 70 paesi considerano ancora l’omosessualità un crimine da punire con la detenzione, pene pecuniarie o corporali mentre 7 prevedono la pena di morte), l’assenza di leggi che garantiscano le coppie formate da persone dello stesso sesso, l’omofobia e il bullismo omofobico che colpisce in particolar modo gli/le adolescenti omosessuali. A conclusione dell’incontro è stato ribadito il principio, da tutti condiviso, che in tema di diritti, soprattutto quando si tratta di minoranze ancora discriminate (donne, stranieri, omosessuali e transessuali, ecc.), la società civile deve costruire un percorso comune, coinvolgere ogni categoria sociale per far pressione sulla politica affinché rimuova quegli ostacoli che ancora impediscono e limitano la libertà e l’uguaglianza dei cittadini. Parlando con gli studenti, che un domani saranno impegnati in compiti diversi ma accomunati dallo studio del diritto e dal rispetto per i principi della nostra Costituzione, i rappresentanti delle due associazioni e la prof.ssa Folla hanno espresso la loro fiducia che una nuova generazione possa contribuire in maniera determinante al cambiamento culturale di un Paese, l’Italia, che oggi più che mai ha bisogno di costruire una società solidale e inclusiva.

Mercoledi 16 maggio ore 18.30 Libreria Feltrinelli Via Mazzini 39 – Trieste Presentazione del libro Gay e lesbiche. Quando si è attratti da persone dello stesso sesso di L. Pietrantoni e G. Prati, Il Mulino 2012 Interviene l’autore e psicologo Gabriele Prati, introduce Davide Zotti

Giovedì 17 maggio ore 10.00 – 14.00 Largo Barriera Vecchia – Trieste Banchetto per la distribuzione di materiale informativo in occasione della Giornata Mondiale contro l’omofobia e la transfobia. Organizzazione a cura delle volontarie e dei volontari del Circolo Arcobaleno.

Giovedì 17 maggio ore 9.00 MIB School of Management L.go Caduti di Nasiriya 1 – Trieste In collaborazione con il Gruppo Interistituzionale contro la violenza ai minori (Comune di Duino Aurisina, Comune di Trieste Area Promozione e Protezione Sociale Area Educazione Università e Ricerca, Comune di Muggia, Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina, IRCCS pediatrico Burlo Garofolo Ospedale di alta specializzazione e di rilievo nazionale per la salute della donna e del bambino, Ministero della Giustizia Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni di Trieste, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia, G.O.A.P. Gruppo Operatrici Antiviolenza e Progetti).

INCONTRO DI FORMAZIONE OMOFOBIA: C
ONTESTI EDUCATIVI, SOCIO SANITARI E MONDO DEL LAVORO
Approcci teorici, percorsi preventivi e di contrasto della violenza omofobica
Relatori: Margherita Bottino – psicologa, Gabriele Prati – psicologo e professore di psicologia sociale e del lavoro presso l’Università di Bologna, Lorenzo Bretti – formatore, Martina Gardelin, psicologa.

Giovedì 17 maggio ore 20.30 Caffè San Marco Via Battisti 18 – Trieste In collaborazione con Associazione Radicale Certi Diritti e Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford IINCONTRO – DIBATTITO PUBBLICO OMOFOBIA DI STATO: quali diritti per lesbiche, gay e transessuali in Italia Intervengono: Davide Zotti – Presidente del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica Trieste, Francesco Bilotta – Avvocato, Università di Udine, Rete Lenford – Rete Lenford, Clara Comelli – Associazione Radicale Certi Diritti, Federico Sandri, sessuologo. Modera Patrizia Fiore, Avvocatura per i Diritti LGBTI – Rete Lenford.


Udine

IN MOSTRA OLTRE VENT’ANNI DI MANIFESTI CONTRO L’OMOFOBIA
Arcigay e Arcilesbica Udine, hanno raccolto l’invito di Anà-Thema a collaborare alla giornata “Teatro contro l’omofobia” allestendo una mostra con le più belle campagne di sensibilizzazione e con un’esposizione delle principali riviste storiche del movimento lgbt

Oltre vent’anni di campagne contro l’omofobia e di sensibilizzazione sulle tematiche omosessuali. E, ancora, una selezione delle principali riviste lgbt storiche, dal 1976 ad oggi. Così Arcigay e Arcilesbica Udine hanno deciso quest’anno di ricordare il 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, accogliendo l’invito della compagnia teatrale Anà-Thema a collaborare alla rassegna “Teatro contro l’omofobia”, in programma proprio giovedì 17 al Teatro San Giorgio di Udine a partire dalle 16.

Nel foyer del teatro verranno quindi esposti quasi venti manifesti che ritraggono le più belle immagini e slogan contro l’omofobia e una decina di riviste (dal n° 1 del “Fuori” del 1972 a “Babiloni”a del 1982, da “Frigidaire” del 1985 al n° 1 del 1976 di “Lambda”).

“Si tratta di materiali presenti nel nostro archivio – spiegano i presidenti di Arcigay e Arcilesbica Udine, Daniele Brosolo ed Eva Dose –, raccolti in anni di associazionismo locale. Non dimentichiamo, infatti, che Arcigay Nuovi Passi è uno dei primi circoli locali di Arcigay in Italia, nato nel 1990, lo stesso anno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità cancellava l’omosessualità dall’elenco delle malattie”.

La giornata del 17 maggio organizzata da Anà-Thema Teatro, con la collaborazione delle due associazioni lgbt udinesi e con il patrocinio del Comune di Udine, sarà anche l’occasione per presentare il nuovo manifesto nazionale per la Giornata mondiale contro l’omofobia 2012. “Una campagna – spiegano ancora i due presidenti – che quest’anno abbiamo voluto portare nelle scuole, nelle associazioni e in questa occasione e che focalizza l’attenzione sull’aspetto della denuncia. L’invito, infatti, è quello di denunciare i casi di omofobia tramite l’ausilio anche del Telefono Amico Gay e Lesbica di Udine o degli altri presenti sul territorio nazionale”.

Ricco il programma dell’intera giornata. S’inizierà alle 16 con i saluti da parte dell’assessore comunale Enrico Pizza, degli organizzatori e dei presidenti di Arcigay e Arcilesbica Udine. A seguire, il critico Mario Brandolin presenterà il libro “La storia dell’omofobia” di Paolo Pedote. In seguito (17.30) gli attori della compagnia leggeranno alcuni brani tratti da autori e autrici omosessuali. Alle 18.30 a tutti i presenti verrà offerto un aperitivo e una visita guidata ai materiali storici in esposizione curata dalle associazioni locali e da Anà-Thema e intitolata “Day Against Homophobia”. Alle 20.30, l’assessore comunale alla Cultura, Luigi Reitani, presenterà il libro “Natura Morta” di J. Winkler. La giornata si chiuderà alle 21 con lo spettacolo di teatro danza “Con delle Pesche Bianche”.

Tutti gli eventi sono gratuiti, è consigliata la prenotazione per lo spettacolo serale al numero 04321740499.


Verbania

Il 17 maggio 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha cancellato l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali e il Parlamento Europeo ha istituito il 17 maggio di ogni anno la Giornata Mondiale per la lottaall’omofobia, condannando “con forza ogni discriminazione fondata sull’orientamento sessuale” e chiedendo “agli Stati membri di assicurare che le persone GLBT vengano protette da discorsi omofobici intrisi d’odio e da atti di violenza omofobici e di garantire che i partner dello stesso sesso godano del rispetto, della dignità e della protezione riconosciuti al resto della società.” “Abbiamo deciso di presentare proprio oggi il risultato del lavoro pluriennale svolto nelle scuole tra i giovani per prevenire l’omofobia e il bullismo omofobico” – dichiara Paola Dell’Orto, Presidente di Agedo Verbania (Associazione Genitori, Parenti e Amici di Omosessuali) e prosegue “abbiamo incontrato migliaia di ragazzi e ottenuto risposte ai questionari a partire dal 2003 fino ad oggi che confermano quanti pregiudizi e quanta esclusione esista tra i giovani soprattutto sull’orientamento sessuale” e conclude “E’ necessario quel costante lavoro di prevenzione attraverso interventi mirati ogni anno nelle scuole tra i giovani di tutto il territorio e congiuntamente un impegno degli adulti – genitori e docenti a comprendere meglio questi temi per essere pronti a discuterne con i ragazzi”. “Se io fossi tu” che ha ottenuto diversi patrocini istituzionali e la promozione della Casa Editrice Sonda, contiene oltre i dati riguardanti il bullismo omofobico nelle scuole della provincia, i tre racconti vincitori del concorso letterario omonimo scritti da tre giovani studenti del nostro territorio, e contiene infine una significativa intervista su questi temi al Professor Gustavo Pietropolli Charmet, Docente di Psicologia Dinamica all’Università degli Studi di Milano e Supervisore Scientifico del progetto. “Quel sentimento di odio, paura e pregiudizio nei confronti dell’omosessualità e delle persone omosessuali è presente in tutta la società comprese le nostre città” dichiara Marco Coppola, Presidente di Arcigay Nuovi Colori Verbania, e continua “ancora troppe lesbiche e gay subiscono quotidianamente discriminazioni a causa del loro orientamento sessuale e le nostre Associazioni ricevono segnalazioni costanti da parte di cittadini giovani e meno giovani che si trovano in difficoltà a causa del pregiudizio e della violenza sia essa verbale o fisica.” E’ già cominciata la distribuzione del volumetto che può essere richiesto ai contatti: agedo.verbania@katamail.com oppure direttivo@arcigayverbania.it o anche telefonando ai numeri qui sotto riportati.


Vercelli Valsesia

Omofobia: definizioni di un concetto e sua attualità oggi in Italia”
venerdì 18 maggio 2012 h. 21.00 Sala Consiliare – Palazzo Comunale P.zza Libertà, 11, Romagnano Sesia

Il comune di Romagnano Sesia,nell’ambito del ciclo di conferenze “Economia, politica, società: quale futuro?”, che si svolge presso la sala consiliare del comune, ha inserito una serata in cui si parlerà di qualcosa che ci riguarda da vicino. Il tema è “Omofobia: definizioni di un concetto e sua attualità oggi in Italia”. L’Amministrazione Comunale ha invitato il nostro comitato a prendervi parte. Il relatore della serata sarà il relatore Prof. Marco Pustianaz, docente e ricercatore all’Università del Piemonte Orientale.


Verona
Le iniziative “Stop omofobia” di Arcigay Verona sono disponibili qui.

Commenti

7 commenti in “Arcigay contro l’omofobia: iniziative in tutta Italia”
  1. fabio scrive:

    E scusate ROMA dove avvengono la maggiorparte di aggressioni omofobiche?????

    Senza Parole….Bah

Trackback

  1. […] impegnata in decine di manifestazioni cittadine per la Giornata contro l’omofobia del 17 maggi…, si confronterà finalmente con un Paese che può riscrivere la sua Storia e trasformare i […]

  2. […] fare la propria parte per chiedere che tutto questo finisca.In Italia, come nel resto del mondo, verranno organizzati incontri ed iniziative. La Commissione Pari Opportunità della FNSI, inoltre ha realizzato un video […]

  3. […] Oltre alla campagna di sensibilizzazione Arcigay sarà impegnata in decine di iniziative (conferenze, flash mob, sit in, volantinaggi, banchetti informativi…), che coinvolgeranno ben oltre 40 città. […]

  4. […] In tutta Italia sono previste diverse iniziative per l’International Day Against Homophobia and Transphobia (IDAHO). Partecipate a quella che più vicina a voi e poi, se volete, raccontateci le vostre esperienze. […]

  5. […] Oltre alle iniziative di Arcigay in tutta Italia, ci è giunta segnalazione: […]



Lascia un commento

Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc.