Formazione

Sin dalla sua fondazione Arcigay ha promosso attività di formazione per attiviste ed attivisti; un impegno fondamentale oggi, ma ancor più in momenti storici e politici in cui vi era una totale carenza di informazione sui temi dell identità sessuo-affettiva, della lotta alla discriminazione dovuta a orientamenti e comportamenti sessuali e della identità di genere. Progetti come “E-cademy” (2009), “People have the Power” (2013), “Noi Giovani protagonisti di una sessualità consapevole” (2014), hanno consentito di divulgare le conoscenze fondamentali sul mondo dell’attivismo LGBTI a migliaia di attiviste e attivisti su tutto il territorio nazionale e hanno contribuito a creare quel network di persone ed esperienze che oggi è la struttura umana e relazionale su cui si fondano le ragioni del nostro essere “insieme”.  Nel corso degli anni, attraverso i fondi della legge 383 del 2000 dedicati alle associazioni di promozione sociale, sono stati realizzati 11 progetti di formazione ed informazione che hanno coinvolto migliaia di volontari. La maturità raggiunta dal movimento LGBTI, in termini di consapevolezza politica, ma anche di strutturazione di servizi offerti alla collettività, suggerisce oggi interventi di formazione e informazione sempre più peculiari e mirati e in chiave sistemica. Non solo per fornire strumenti culturali adatti alla comprensione di un contesto complesso, ma anche per svolgere al meglio le attività di advocacy e di servizio in cui la nostra Associazione è impegnata.

L’ottica concettuale e politica entro cui si inquadrano le iniziative di formazione tiene conto di tre variabili fondamentali e sincroniche: la persona, la rete, il sistema.  Arcigay lavora infatti sulla formazione dell’individuo ma anche del circolo,  implementando e facendo circolare informazioni e saperi, e sviluppando modalità di l’empowerment. I risultati delle attività di Formazione degli scorsi anni sono molto incoraggianti e hanno portato al movimento contenuti e modalità significativamente efficaci e condivise, tanto nella vita delle attiviste e degli attivisti che nella formazione di una rete tra circoli e persone.

Investire in un sistema di formazione costituisce inoltre il primo passo per la trasformazione di parte delle attività associative in una vera e propria Agenzia Nazionale di Formazione sulle tematiche LGBTI.

Nelle attività dell’anno 2016 è stato attivato il PROGETTO DI FORMAZIONE INTEGRATA SISTEMICA CONTINUA (FISC) per le attiviste e gli attivisti di Arcigay. Tale progetto è finalizzato alla creazione di una rete stabile ed autosufficiente di formatori e formatrici che dal livello centrale portino azioni e saperi sui territori dei comitati.

 

Nelle attività dell’anno 2016 è stato attivato il PROGETTO DI FORMAZIONE INTEGRATA SISTEMICA CONTINUA (FISC) per le attiviste e gli attivisti di Arcigay. Il progetto è finalizzato alla creazione di una rete stabile ed autosufficiente di formatori e formatrici che dal livello centrale portino azioni e saperi sui territori dei comitati. Il progetto, che consiste in due interventi a carattere formativo all’anno, viene realizzato con i fondi della legge delle 383 del 2000. Destinatari e destinatarie sono 45 attivist* di nord, centro e Sud Italia. Dal 13 gennaio al 17 aprile 2016 nelle località di Milano, Roma e Bari, i volontari hanno partecipato a tre workshop di formazione, ciascuno della durata  di due giorni, il sabato e la domenica. Si è lavorato  in modalità tradizionale ma anche secondo modalità di educazione informale sul se, sul gruppo, sulla rete e sulla comunicazione, anche multimediale, attraverso interventi mirati alla conoscenza di nuovi software applicativi finalizzati a forme di comunicazione più efficaci. Attraverso forme di self empowerment e di gruppo, i partecipanti hanno potuto esplorare in modo critico e consapevole le proprie caratteristiche relazionali e comunicative nell’ambito dell’attivismo, potenzialità e peculiarità operative da rendere poi operative nelle attività dei comitati. Un’ ampia parte dei tre workshop è stata dedicata alla progettazione delle attività di formazione con esercizi di simulazione che sono sfociati in veri e propri progetti di formazione da attuare nella seconda metà dell’anno.
Entro la chiusura del progetto verranno messe a disposizione dei destinatari e delle destinatarie contenuti culturali e concettuali in modalità “FAD”. La scelta dei temi per l’aggiornamento è stata realizzata anche a partire dagli stimoli provenienti dall’ esperienza dei nove laboratori di formazione in residenziale che si sono rivelati non solo momenti di conoscenza e scambio ma anche di profonda e consapevole discussione culturale e politica. Nel secondo semestre dell’anno in corso i progetti ideati e strutturati nella fase laboratoriale, opportunamente valutati ed arricchiti dal lavoro dei formatori e delle formatrici responsabili di progetto, saranno attuati sui territori. Pertanto si prevedono 45 interventi di formazione sparsi sull’intero territorio nazionale, con modalità differenti, rispondenti al bisogno formativo specifico del comitato di riferimento. In futuro, e anche contestualmente a questi interventi, il gruppo potrà essere bacino di utenza per altri progetti di formazione finalizzati ad altre azioni dell’Associazione.

 

Per saperne di più: formazione@arcigay.it