Arcigay Antinoo Napoli per un Governo coraggioso pronto ad ascoltare la gente

  

In queste ore decisive per la nascita di un possibile nuovo Governo, ore decisive per superare la disumanità di Salvini e della Lega, sentiamo il dovere di intervenire nel dibattito politico cercando di dare un nostro contributo alla riflessione generale.

Dopo mesi di politiche regressive pensiamo che il Paese abbia finalmente bisogno di una guida coraggiosa, di un Governo che sappia finalmente ascoltare  i cittadini e le cittadine, che sappia dare risposte concrete ai bisogni delle persone senza alimentare terrore, insicurezza e odio. Un Governo che sappia recuperare credibilità e autorevolezza internazionale, un Governo che guardi all’Europa, non solo come baluardo per la conservazione della Pace, ma anche come opportunità di crescita per l’Italia e in particolare per il sud, sempre più povero, sempre più solo. Un Governo di svolta che rilanci entusiasmo e partecipazione, che abbia idee chiare sulle grandi sfide globali: ambiente, energia, pubblica amministrazione, lavoro e imprenditoria, ma soprattutto un Governo che sappia rimettere a centro delle sue politiche la persona, il cittadino, sappia investire in cultura e diritti, che abbia coraggio di svoltare verso la modernità per non precipitare nelle paure alimentate da chi è pronto a chiedere pieni poteri logorando la nostra democrazia e le nostre libertà.

Dopo mesi di oscurantismo di Salvini, Pillon e Fontana, occorre coraggio, questa volta non bisogna aver paura nel dire sì alle grandi riforme sociali e culturali di cui il Paese ha un vitale bisogno, si allo Ius soli e al matrimonio egualitario, no alla disumanità incostituzionale dei decreti sicurezza che vanno assolutamente cancellati. Bisogna ripristinare il Ministero per le Pari Opportunità, colpevolmente lasciato vuoto da tutti gli ultimi governi, avere lucidità politica e lungimiranza nell’immaginare un Paese moderno. Bisogna avere la forza di buttare il cuore al di là di ogni paura e di ogni ostacolo.

Per questo sentiamo di poter dire che tra i nomi che circolano in queste ore come possibili futuri esponenti del prossimo Governo, quelli della Senatrice Monica Cirinnà, da sempre in prima linea nella difesa dei diritti civili di tutti e di tutte, e dell’Onorevole Vincenzo Spadafora, vero baluardo al dilagare dell’odio leghista nel precedente Governo, rappresenterebbero per noi segnali autentici di rinnovamento e speranza, segnali che questo Governo dalla sua nascita è pronto realmente ad ascoltare la voce di chi finora è rimasto indietro.


giugno 2018, Spadafora e Cirinnà al Pompei Pride. 

 

Articolo tratto da https://www.arcigay.it/

Difendi i diritti, sostieni il nostro lavoro

Promuovere diritti, azioni, benessere, campagne, manifestazioni, monitorare e fare pressione sul parlamento e sulle istituzioni affinché in Italia vi siano sempre più politiche e leggi egualitarie in favore di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, costa.

Arcigay cerca di dare corpo e realtà ad ognuno di questi obiettivi con specifici programmi e iniziative… che costano!

Per questo ti chiediamo di sostenerci.  Puoi farlo con una donazione una tantum o con donazioni periodiche anche di piccolo importo ma che ci consentono di fare una programmazione migliore delle nostre attività, con il 5×1000, con un lascito, finanziando specifiche iniziative, sollecitando la tua azienda a sostenerci… A tuo vantaggio sono previste anche agevolazioni fiscali.

Tu ci metti un po’ di sostegno e di fiducia. Noi ci mettiamo lavoro, testa e passione e ci impegniamo a tenerti informato sulla progressione del nostro lavoro comune e a informarti su come investiremo il tuo contributo.

Perché una società migliore fa bene a tutti, a te e a noi.


  •