Caso Unar/Anddos. A Napoli Forza Nuova minaccia di chiudere il Macho Lato: “un’azione fascista e squadrista”

  

 

In seguito al caso Unar/Anddos scatenato da un servizio de Le Iene (che ha portato alle dimissioni di Francesco Spano, direttore dell’Ufficio Anti discriminazioni del Consiglio dei Ministri), a Napoli nelle ultime ore si stanno verificando una serie di intimidazioni ai danni del Macho Lato, circolo napoletano affiliato Anddos

Salvatore Pacella, responsabile napoletano di Forza Nuova ha infatti minacciato di chiudere la discoteca (rea, secondo lui, di favorire la prostituzione e di aver ricevuto dubbiamente fondi pubblici); nella notte, inoltre, le mura del circolo sono state imbrattate con frasi offensive.

“È palese la cattiva fede di chi all’inizio ha detto che il Macho Lato aveva un finanziamento pubblico – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – Al di là della polemica nazionale se si prende il progetto, che è stato pubblicato, esso non prevede nessun intervento in tutta la regione Campania. È una situazione pretestuosa, scorrettissima anche da parte del quotidiano Il Roma e di altri giornali, che hanno riportato la notizia falsa del Macho Lato come un locale destinatario di pubblico finanziamento. È un’azione, intellettualmente parlando, fascista e materialmente squadrista per le intimidazioni che sta ricevendo il Macho Lato”.

L’associazione esprime tutta la propria solidarietà al presidente Rino Sorrentino, a tutto il personale del Macho Lato e soprattutto a tutte le persone che da anni frequentano quel locale.

“È chiaro – continua Sannino – che questa vicenda inquieta molto. Perché questa volontà di cercare il consenso facile attraverso l’odio è una cosa che abbiamo già visto nel ‘900 e ha prodotto guerre, morti, dittature, facendo leva sulle paure e sulle difficoltà economiche della gente”

Anche da Palazzo San Giacomo non si è fatta attendere la smentita. In una nota del Comune si legge infatti cheDaniela Villani, assessore alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, con fermezza e rigore desidera prendere le distanze dagli atti di vandalismo a connotazione omofobica perpetrati dagli attivisti di Forza Nuova nelle scorse ore in via Abate Minichini”.

Articolo tratto da http://www.arcigaynapoli.org/associazione-12852/comunicati-stampa-52835

Difendi i diritti, sostieni il nostro lavoro

Promuovere diritti, azioni, benessere, campagne, manifestazioni, monitorare e fare pressione sul parlamento e sulle istituzioni affinché in Italia vi siano sempre più politiche e leggi egualitarie in favore di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, costa.

Arcigay cerca di dare corpo e realtà ad ognuno di questi obiettivi con specifici programmi e iniziative… che costano!

Per questo ti chiediamo di sostenerci.  Puoi farlo con una donazione una tantum o con donazioni periodiche anche di piccolo importo ma che ci consentono di fare una programmazione migliore delle nostre attività, con il 5×1000, con un lascito, finanziando specifiche iniziative, sollecitando la tua azienda a sostenerci… A tuo vantaggio sono previste anche agevolazioni fiscali.

Tu ci metti un po’ di sostegno e di fiducia. Noi ci mettiamo lavoro, testa e passione e ci impegniamo a tenerti informato sulla progressione del nostro lavoro comune e a informarti su come investiremo il tuo contributo.

Perché una società migliore fa bene a tutti, a te e a noi.


  •