CHIETI CONTRO IL BLOCCO DEL DDL ZAN: CORTEO E PRESIDIO

  

Il 27 ottobre 2021 il Senato, attraverso un voto segreto, ricorrendo alla “tagliola”, boccia il disegno di legge contro l’omolesbobitransfobia, la misoginia e l’abilismo.

Le destre sovraniste e populiste hanno esultato di tale risultato con applausi: uno schiaffo a tutte le vittime di misoginia, abilismo e omolesbobitransfobia.

154 senatori e senatrici hanno dimostrato di non avere consapevolezza dello stato di odio nel quale viviamo e di non aver consapevolezza del paese per il quale lavorano, piegandosi anche a ingerenze estere come quelle dello Stato Vaticano.

Per questo motivo Sabato 6 Novembre scendiamo in strada con rabbia condannando una politica che non solo ignora la necessità di una legge giusta che condanni i crimini di omolesbobitransfobia, abilismo e misoginia ma nello stesso tempo che ha riempito le aule del Senato con fake news, ignoranza e transfobia. Scendiamo in strada con i nostri corpi e le nostre identità: diverse, uguali e fluide.Sui nostri corpi e sulle nostre identità non c’è nessuna condizione che uno Stato possa mettere. Sulle nostre vite non accettiamo nessun accordo e nessuna mediazione: siamo noi a vivere il clima di odio omolebibitransfobico che circonda le nostre soggettività.

Il DDL ZAN era già una mediazione sulle nostre vite, sulle nostre identità: di fronte a una classe politica che non ci rappresenta esigeremo sempre più. Esigiamo di essere rappresentat* e di essere visibili.

Invitiamo chiunque veda nella garanzia dei diritti civili un caposaldo della nostra società a scendere in strada con noi: ad attraversare con noi il Corso Marruccino nel breve corteo e poi a presidiare Largo Martiri della Libertà.A fine presidio dedicheremo uno spazio per interventi liberi (max 3 minuti): vogliamo offrire in questo modo alla città di Chieti uno spazio di condivisione e elaborazione politica di quanto successo.

1️⃣ Ore 18:00 Raccolta presso Corso Marruccino 159 – Subito dopo Bar Italia – Raccogliamoci con distanze di sicurezza, mascherina e garantendo il passaggio dei pedoni

2️⃣ Ore 18:15 – Inizio Corteo

3️⃣ Ore 18:45 – Arrivo presso Largo Martiri della Libertà Presidio e interventi

Siete invitat* a portare bandiere, cartelloni, striscioni e tutto il vostro spirito di libertà e resistenza.Per adesione chieti@arcigay.it.

Per tale manifestazione riteniamo opportuno non accettare adesioni da parte di partiti politici

Articolo tratto da https://arcigaychieti.wordpress.com/

Difendi i diritti, sostieni il nostro lavoro

Promuovere diritti, azioni, benessere, campagne, manifestazioni, monitorare e fare pressione sul parlamento e sulle istituzioni affinché in Italia vi siano sempre più politiche e leggi egualitarie in favore di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, costa.

Arcigay cerca di dare corpo e realtà ad ognuno di questi obiettivi con specifici programmi e iniziative… che costano!

Per questo ti chiediamo di sostenerci.  Puoi farlo con una donazione una tantum o con donazioni periodiche anche di piccolo importo ma che ci consentono di fare una programmazione migliore delle nostre attività, con il 5×1000, con un lascito, finanziando specifiche iniziative, sollecitando la tua azienda a sostenerci… A tuo vantaggio sono previste anche agevolazioni fiscali.

Tu ci metti un po’ di sostegno e di fiducia. Noi ci mettiamo lavoro, testa e passione e ci impegniamo a tenerti informato sulla progressione del nostro lavoro comune e a informarti su come investiremo il tuo contributo.

Perché una società migliore fa bene a tutti, a te e a noi.


  •