L’Abruzzo Pride al Fla

  

Il Coordinamento Abruzzo Pride è lieto di annunciare la propria partecipazione al FLA (Festival di Libri e Altre cose), pluriennale Festival culturale pescarese dalla risonanza nazionale, con tre presentazioni letterarie a tema LGBT+ inserite nella sezione ‘Rainbow’ del Festival stesso, ideata e curata dal Coordinamento in collaborazione con la Direzione della Rassegna.

La prima avrà luogo venerdì 8 novembre alle ore 18 presso il Museo del Gusto – Museo delle Genti a Pescara; verrà presentato il libro “Zucchero e Catrame” di Giacomo Cardaci, il cui protagonista Cesare si abbandona ad una fascinazione da cui si sente attratto come fosse zucchero e la quale, allo stesso tempo, lo ripugna come fosse catrame… E per questo dovrà pagare un conto salato, forse troppo. Dialoga con l’autore Davide Silvestri, membro del Coordinamento Abruzzo Pride. 

La seconda presentazione invece è prevista per sabato 9 novembre alle ore 18 presso la Casa D’Annunzio: sarà la volta del testo “Di perle e cicatrici” scritto da Pedro Lemebel, una finestra sulla vita dell’autore stesso, un artista cileno diventato simbolo internazionale della liberazione sessuale. 

La terza infine si terrà domenica 10 novembre alle ore 20 nella Sala Azzurra del Circolo Aternino, dove Jonathan Bazzi parlerà al pubblico del suo libro “Febbre”: un bambino balbuziente e interessato ai libri in un paese-dormitorio dell’estrema periferia milanese, scopertosi in itinere omosessuale, arrivato ai 30 anni verrà assalito da una febbre senza fine. Dialogano con l’autore Davide Silvestri e dalla scrittrice abruzzese Maura Chiulli. 

Il Coordinamento coglie l’occasione per invitare la cittadinanza a partecipare nonché ad incontrare alcuni dei componenti del Coordinamento per conoscere le attività finora svolte e i progetti futuri.

Articolo tratto da https://arcigaychieti.wordpress.com/

Difendi i diritti, sostieni il nostro lavoro

Promuovere diritti, azioni, benessere, campagne, manifestazioni, monitorare e fare pressione sul parlamento e sulle istituzioni affinché in Italia vi siano sempre più politiche e leggi egualitarie in favore di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, costa.

Arcigay cerca di dare corpo e realtà ad ognuno di questi obiettivi con specifici programmi e iniziative… che costano!

Per questo ti chiediamo di sostenerci.  Puoi farlo con una donazione una tantum o con donazioni periodiche anche di piccolo importo ma che ci consentono di fare una programmazione migliore delle nostre attività, con il 5×1000, con un lascito, finanziando specifiche iniziative, sollecitando la tua azienda a sostenerci… A tuo vantaggio sono previste anche agevolazioni fiscali.

Tu ci metti un po’ di sostegno e di fiducia. Noi ci mettiamo lavoro, testa e passione e ci impegniamo a tenerti informato sulla progressione del nostro lavoro comune e a informarti su come investiremo il tuo contributo.

Perché una società migliore fa bene a tutti, a te e a noi.


  •