Diritti e matrimonio

L’estensione del matrimonio civile a coppie dello stesso sesso, il pieno riconoscimento della genitorialità gay e lesbica, e la possibilità di accedere ad una pluralità di forme di regolamentazione delle famiglie, sono per Arcigay obiettivi di lungo corso. Le Unioni Civili introdotte nel 2016, anche grazie all’attività di pressione di Arcigay, hanno riconosciuto diversi diritti a centinaia di migliaia di famiglie LGBTI fino a quel momento escluse da qualsiasi tipo di tutela e riconoscimento. Tuttavia, il legislatore non ha voluto riconoscere l’esistenza e la legittimità piena delle famiglie omosessuali che hanno figli, e ha voluto anzi rimarcare la differenza tra famiglie eterosessuali e famiglie LGBTI. Arcigay si batte affinché questo tipo di discriminazione finisca e sia stabilita la piena uguaglianza nella società, nella cultura e nella legge italiana, affinché l’art.3 della nostra Costituzione sia pienamente rispettato. Lo fa con campagne nella società, con azioni legali strategiche e facendo pressione sui partiti affinché inseriscano la piena uguaglianza nei propri programmi.

Programmi e iniziative:

#LoStessoSì: Iniziativa permanente per la piena uguaglianza, il matrimonio egualitario e il riconoscimento della genitorialità gay e lesbica.
Osservatorio Politico LGBTI: Piattaforma per il monitoraggio e la pressione sulle tematiche LGBTI rivolta ai partiti, ai/sulle loro candidati/e ed eletti/e.

Leggi di più sul tema