Le cose belle del nostro Sanremo

  

Con questo breve articolo, vorremmo ricordare alcune belle cose che ci ha regalato questo Festival di Sanremo appena terminato, grande evento mediatico e musicale italiano.

Vorremmo innanzi tutto ringraziare la Gialappa’s Band, che in occasione della serata finale della rassegna, nell’ambito della loro trasmissione radiofonica su Radio 2, Raidiresanremo, hanno promosso un’iniziativa di sensibilizzazione contro il pregiudizio e le discriminazioni nei confronti delle persone omosessuali, tentando di distribuire a tutti gli artisti un triangolo rosa, simbolo del movimento LGBT, da indossare in TV.
Per scrivere un ringraziamento alla Gialappa’s, ecco la mail: raidiresanremo@rai.it

Grazie a tutti i cantanti che hanno aderito a questa iniziativa. Prima di tutto, gli Afterhours, che hanno ritirato il Premio della Critica Mia Martini con il triangolo rosa indosso. Quindi Alisa, vincitrice tra le nuove Proposte. E Paolo Belli, che ha cantato una canzone per l’inclusione di tutte le diversità e ci ha fermato per strada a Sanremo, complimentandosi per le nostre iniziative e dandoci il suo sostegno.

Vorremmo ringraziare Luca Giurato, uno dei pochi personaggi dello spettacolo che si è unito a noi, al concentramento della manifestazione Se M’Innamoro, dichiarando ai giornalisti che non se ne può più dell’omofobia e di coloro che vogliono riportare indietro l’Italia di anni.

Grazie ai Novena, gruppo emergente che con la canzone Io Piaccio a Luca ci ha dato un grande esempio di accoglienza e di promozione dei nostri amori.

E ad altri tre gruppi – Radici nel Cemento, Altera, Superio – che ci hanno regalato le loro canzoni per animare la colonna sonora della manifestazione.

Vogliamo ricordare l’intervento di Roberto Benigni, che la prima sera ci ha dato una grande prova di affetto con il suo monologo in favore dell’amore omosessuale:

"Gli omosessuali non sono fuori dal piano di Dio. Sono stato torturati e discriminati solo perché amavano un’altra persona. Gli omosessuali sono stati seviziati e sono morti nei campi di concentramento perché amavano un’altra persona. Mettiamo che un eterosessuale si innamori focosamente di una persona dell’altro sesso e a un certo punto lo prendono, lo torturano e lo uccidono perché si è innamorato. Tanti omosessuali sono stati torturati perché amavano un’altra persona, lasciate stare il sesso. E’ un’assurdità. E’ incredibile la rozzezza di certe polemiche."
"Non è che si estingue la razza, come ha detto qualcuno. I dinosauri non si sono estinti perché erano omosessuali. L’unico peccato è la stupidità. E’ il sentimento dell’amore che caratterizza gli omosessuali. E quando c’è l’amore tutto diventa grande. Nemmeno la fede rassicura, l’unica cosa che rassicura è l’amore. L’amore rassicura più della fede."

E infine, grazie a Marco Carta, vincitore del Festival, con una canzone d’amore che non bada al genere della persona a cui è rivolta. Leggete il testo qui sotto e cantatela…

La forza mia
 
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
E’ come aprire una finestra al sole
E’ l’emozione del salto nel vuoto che mi porta da te
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
E’ risvegliarsi mani nelle mani
E’ un bacio ad acqua salata che ancora più sete di te mi da
Quando tutto sembrava ormai spento
Nel mio mondo cercavo te
Quando tutto sembrava finito guardando il fondo
Invece ho sentito che
Tu sarai la forza mia
La mia strada il mio domani
Il mio sole la pioggia
Il fuoco e l’acqua dove io mi tufferò
Tu sarai la forza mia
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
All’improvviso dentro me
Dentro me
Aprire gli occhi e ritrovarti qui
Lasciarsi andare sotto il temporale
Sentire come mi manca il respiro
Se i tuoi occhi accendono i miei
Quando tutto sembrava ormai spento
Nel mio mondo volevo te
Quando tutto sembrava sbiadito
Toccando il fondo invece ho sentito che
Tu sarai la forza mia
La mia strada il mio domani
Il mio sole e la pioggia
Il fuoco e la goccia dove io mi tufferò
Tu sarai la forza mia
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
Il paradiso dentro me
Il mio gancio in mezzo al cielo
Il colpo al cuore
Il paradiso dentro me
Dentro me
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia
Tu sarai la forza mia dentro me
Dentro me

***

ADERISCI ALL’APPELLO
GUARIAMO L’ITALIA DAL PREGIUDIZIO


  •