Guarda in faccia la violenza per le strade di Genova

  

Guarda in faccia la violenza è un’esibizione itinerante di sperimentazione culturale, proposta da ArciLesbica e Rete Donne Arcigay, dedicata alla violenza di genere subita a causa dell’orientamento sessuale che sarà esposta in luoghi pubblici fino alla fine di giugno, con la collaborazione dei Civ di zona.
15 sagome di donne e di uomini, lesbiche e gay, raccontano storie di violenza e discriminazioni subite, 15 storie vere, raccolte per la maggior parte dalla Linea Lesbica di Milano in anni di attività, presentate alla cittadinanza per iniziare un percorso di riflessione e consapevolezza sulla violenza e la lesbo- e omofobia.

Calendario esposizioni
* Domenica 14 giugno, dalle ore 11.00 alle ore 18.00: Piazza De Ferrari.
* Lunedì 15 – martedì 16 giugno: le 15 sagome verranno suddivise tra Piazza Santa Brigida, Piazza Colombo, libreria Libro Più di Via Anfossi 17/19r, Pontedecimo.
* Mercoledì 17 giugno: Via della Maddalena.
* Giovedì 18 – venerdì 19 giugno: Piazza Savonarola.
* Da sabato 20 giugno a sabato 27 giugno: Museo di S.Agostino, Piazza Sarzano 35/r.

“Chi vorrà – dichiara Valeria Santostefano della Rete Donne Arcigay – “potrà conoscere il coraggio e la determinazione con cui tante donne e tanti uomini, nonostante il trauma subito, sono riuscite a guardare in faccia la violenza, a rendersi conto che non ne avevano alcuna responsabilità, che non erano loro quelli “sbagliati” e a chiedere aiuto, a lottare per avere giustizia e per un futuro dignitoso.”

Vissuti reali prenderanno corpo attraverso le sagome, strumenti di denuncia della violenza silenziosa e distruttiva” – afferma Paola Brandolini, Segreteria Nazionale ArciLesbica – “e stimolo a condannare comportamenti omofobi o complici della violenza.”

Grazie alla collaborazione dei Centri Integrati di Via (CIV) di Genova, la mostra sarà itinerante e, spostandosi da un CIV all’altro, nell’arco della settimana sarà visibile in molte parti del centro città. Dai truogoli di Santa Brigida fino a Piazza Savonarola vicino a C.so Buenos Aires. Le imprese del commercio genovese, attraverso la propria collaborazione all’iniziativa, vogliono dare il proprio contributo alla sensibilizzazione della cittadinanza su un tema delicato anche in vista della manifestazione prevista a Genova per il 27 Giugno. Proprio in quest’ottica i centri commerciali naturali del CIV "Vivere Santa Brigida", del CIV "San Vincenzo Centro", del CIV "Ponte2000" (Pontedecimo), del CIV "Maddalena" e del CIV "Piazze e vie del Corso" (C.so Buenos Aires e dintorni), intendono lanciare un messaggio di accoglienza e di attesa al mondo del pride non solo genovese.

Sabato 20 giugno nella sala conferenze di S.Agostino si terrà il dibattito “Violenza di genere: approcci a confronto”, con le relatrici Emanuela Abbatecola (Sociologa Università di Genova), Paola Brandolini (Segreteria nazionale ArciLesbica), Stefania Guglielmi (Avvocata UDI), Valeria Santostefano (Rete Donne Arcigay). Dibattito durante il quale ArciLesbica e Rete Donne Arcigay si passeranno il testimone della Staffetta delle Donne contro la violenza sulle donne, promossa dall’Unione Donne in Italia, e che in quei giorni farà tappa a Genova.

Comitato Genova Pride
Pride nazionale LGBTQI 2009
(lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuati)
comitato@genovapride.it
www.genovapride.it


  •