Aumentano le denunce di casi di omofobia

  

Lo Sportello Legale Arcigay – che fornisce a livello nazionale consulenza legale gratuita – segnala che negli ultimi giorni sono pervenute svariate testimonianze di violenze omofobiche: pesanti ingiurie, danneggiamenti, lesioni e in alcuni casi anche aggressioni.

In particolare – rispettando la privacy delle vittime – ci sono stati segnalati un caso di stalking in Liguria, un caso di pesanti ingiurie e minacce da parte di un commerciante in Puglia, un caso di quasi linciaggio verbale da parte di alcuni condomini in Calabria e svariate segnalazioni di diffamazioni a mezzo internet.

“I fatti citati sono solo una piccola testimonianza dello stillicidio quotidiano di reati con movente omofobo ai danni delle persone LGBT.” – dichiara l’Avvocato Cathy La Torre, responsabile dello Sportello Legale Arcigay – “Non possiamo fare a meno di constatare che il crescendo di segnalazioni corrisponde al recente interessamento dei media al problema della violenza omofobica, a dimostrazione del fatto che parlarne aiuta le persone LGBT a denunciare gli episodi di violenza e discriminazione di cui sono stati vittima.”

“I casi emersi sulla stampa raccolti nel nostro report sono solo la punta dell’iceberg che rivela un universo sommerso di odio e paure” – aggiunge il presidente nazionale Arcigay Aurelio Mancuso – “è necessario continuare a parlare pubblicamente di questa grave piaga sociale e soprattutto è necessario approvare una legge contro le violenze omofobe. Sosteniamo dunque tutte le manifestazioni pubbliche che denunciano e portano alla luce la diffusa omofobia e stiamo costruendo una grande manifestazione nazionale in autunno, di affermazione della nostra dignità”.

Info: sportellolegale@arcigay.it


  •