Elezioni 2018: Dibattito acceso e partecipato

  

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Sabato 24 febbraio si è svolto un dibattitto organizzato da Arcigay Livorno presso l’auditorium della circoscrizione 1 in via Gobetti 11. Erano presenti rappresentanti di Potere al Popolo, Liberi e Uguali, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, erano assenti Lega Nord e Partito Comunista. A moderare la giornalista de “IL TIRRENO – Livorno” Cristiana Grasso. Si sono affrontate varie tematiche: Lavoro, Diritti, Scuola e Migrazione. Sala piena per l’incontro che ha visto protagonisti, non solo i rappresentanti politici, ma anche il pubblico presente, infatti durante tutto il dibattito si sono tenuti toni “pacati”, tranne su alcuni argomenti come la buona scuola, Jobs act e legge Cirinnà, dove ci sono stati momenti di confronto molto acceso. L’incontro si è terminato con una lettera d’impegno sottoposta ai candidati, di cinque istanze che Arcigay Livorno ha presentato loro; si può leggere: “se verrò eletto/a mi impegno a portare avanti le seguenti istanze: matrimonio egualitario, adozioni per single e coppie dello stesso sesso, legge contro l’omotransfobia, accesso alla fecondazione eterologa per tutte le donne, depatologizzazione dell’identità trans. La serata si conclude con un intervento del Presidente Arcigay Livorno, Luca Mazzinghi: “Vorrei ringraziare in particolare le socie e i soci della nostra associazione che hanno lavorato duramente per creare un momento di confronto cittadino che è alla base della vita democratica di tutti noi, dove in modo del tutto neutro abbiamo potuto capire le varie posizioni dei partiti presenti, inoltre invito tutte e tutti il 4 marzo ad andare a votare e non ad astenersi, perché le votazioni sono il nostro modo di cambiare il paese!”.