A Bologna torna il Gay Bride Expo – Arcigay
Caricamento Eventi

A Bologna torna il Gay Bride Expo

 Dal 14 October 2016
  Ore: 17:00

 Al 16 October 2016
  Ore: 20:00
  • Questo evento è passato.

Appuntamento in Fiera dal 14 al 16 ottobre. L’evento è promosso da Bussola Eventi con il patrocinio di Arcigay e in collaborazione con BolognaFiere. Qui il pass 2×1 per i soci e le socie Arcigay.

Dopo il debutto dello scorso anno, torna a Bologna Gay Bride Expo, il primo salone italiano dedicato alle unioni tra persone dello stesso sesso. Organizzato da Bussola Eventi, azienda specializzata nella realizzazione di fiere dedicate al wedding, in collaborazione con BolognaFiere e con il patrocinio di Arcigay nazionale, l’evento si svolgerà il 14, 15 e 16 ottobre presso il quartiere fieristico di Bologna, nell’ambito di Bologna Sì Sposa 2016, rassegna di prodotti e servizi per la cerimonia nuziale, giunta alla sua undicesima edizione.

Dagli addobbi floreali alle agenzie di viaggio, dagli agriturismi, ai ristoranti, alle location per cerimonia, ai servizi di catering. Poi la moda, con gli abiti da sposa e da sposo, i gioielli, le calzature, il make up. E ancora: le bomboniere, le partecipazioni, i fotografi, i wedding planner. “A tutti gli operatori del weedding – spiega Valerio Schonfeld di Bussolaeventi  – abbiamo lanciato la sfida a mettere in campo un’attenzione per gli straordinari avanzamenti che la nostra società sta attraversando in questi anni. Già l’anno scorso, quando la legge che riconosce le unioni same sex era ancora in discussione, abbiamo costruito con la prima edizione di Gay Bride Expo un’opportunità di riflessione e confronto. Ora che la legge è approvata, con la seconda edizione non solo abbiamo l’opportunità di festeggiarla ma anche di tracciare qualche bilancio e di scambiare buone pratiche. Perché se è vero che gli “ingredienti” del wedding restano pressoché identici nelle cerimonie delle coppie omosessuali e eterosessuali, cambiano sicuramente le aspettative e le storie delle coppie con cui gli operatori si dovranno relazionare. Per questo abbiamo costruito sin dalla prima edizione di Gay Bride Expo una stretta collaborazione con Arcigay, affinché ci aiutasse ad arricchire l’evento di occasione di formazione, dibattito e confronto. Anche quest’anno quindi avremo una presenza dell’associazione all’interno della manifestazione e un appuntamento in cui mettere a confronto gli operatori tra loro e con le prime coppie che hanno celebrato la propria unione civile, che ci porteranno la loro testimonianza e i loro utili consigli”.

Madrina dell’evento sarà Vladimir Luxuria, prima parlamentare trans italiana, ma soprattutto icona della battaglia per il riconoscimento della diritti delle persone lgbti. Oltre a lei altri artisti verranno a dare sostegno al messaggio di Gay Bride Expo: è il caso di Roberta Giallo, voce straordinaria allevata nella scuderia di Lucio Dalla che interverrà venerdì sera, 14 ottobre, al party di benvenuto, e Antonella Lo Coco, finalista a X Factor e rocker fuoriclasse, che sarà a Gay Bride per la giornata di chiusura. Immancabile l’ironia che avrà il volto di Giorgia Battocchio, l’esilarante venditrice della Giochi Golosi scoperta in tv da Italia’s Got Talent, o che si materializzerà tra gli stand con  le incursioni degli attori di 16lab e le loro scene da un’unione civile, che coinvolgeranno anche gli spettatori durante le loro performance improvvisate. Arriverà con tagliere e matterello Alessandra Spisni, regina della tagliatella consacrata alla Prova del cuoco, su Raiuno, che sabato pomeriggio, 15 ottobre, darà vita a un workshop molto originale, in cui insegnerà agli attivisti lgbt i segreti della sfoglia. Oltre alla tavola rotonda tra wedding planner e coppie, in programma domenica 16 ottobre, un altro momento di formazione si terrà sabato con il workshop di Roseli Riva, wedding planner diplomata al Gay Wedding Institute di New York, dal titolo Non ci si improvvisa Same-Sex Wedding Planner”. 

“Rinnoviamo con molto piacere la collaborazione con Gay Bride Expo – dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay – convinti che nell’incontro e nel confronto con gli operatori commerciali si costruisca un pezzo importante dell’avanzamento culturale di questo Paese. L’approvazione della legge sulle unioni civili ha finalmente infranto un muro che da tempo precludeva alle coppie formate da persone dello stesso sesso di veder riconosciuto il loro progetto di vita insieme. È un passaggio emblematico della storia di questo Paese di cui siamo chiamati ad esplorare tutti i risvolti, al fine di prevenire discriminazioni che provengono dalla reiterazioni di modelli obsoleti o sbagliati. Ed è anche un primo passo nel cammino verso la piena uguaglianza di tutte e tutti, una meta che per noi è l’unico faro. Per questo all’interno del Gay Bride Expo porteremo la campagna “Lo Stesso Sì” che tiene viva la mobilitazione per il matrimonio egualitario. E proprio nell’ambito di questa campagna abbiamo promosso a Bologna, proprio nei giorni di Gay Bride Expo, un convegno di tutte le principali associazioni lgbt nazionali, per tracciare il bilancio delle nostre rivendicazioni e progettare la corsa verso la piena uguaglianza”

Gay Bride Expo si lega anche ad un’altra delle sezioni di Bologna Sì Sposa: Buy Wedding in Italy, la manifestazione ospitante aziende che offrono servizi per gli stranieri che scelgono l’Italia come sede per il proprio matrimonio, la festa con amici e parenti o il viaggio di nozze.

Per aggiornamenti è a disposizione il sito internet www.gaybride.it oltra al profilo facebook