Ricette delle nuove famiglie d’Italia

  

Ricette delle nuove famiglie d’Italia è un progetto di grande partecipazione popolare che mette insieme gastronomia, integrazione e pari opportunità, parte da Bologna ma raggiunge tutta l’Italia. Racconta infatti, usando un elemento trasversale e popolare quale è il cibo, come cambia il concetto di famiglia nel nostro Paese oggi: in questo senso Bologna, città dove i grandi cambiamenti arrivano spesso prima che altrove, offre un punto di vista privilegiato.

Il progetto è ideato e curato da Procope Studio, Kiasma Associazione Culturale e Club 22.

Abbiamo usato la parola famiglie al plurale e non famiglia, proprio perché consapevoli che oggi in un territorio fortemente differenziato e in continuo mutamento come quello a cui ci rivolgiamo, la famiglia, più che costituire un nucleo stabile e assoluto, diviene espressione di uno stare insieme per scelta, circostanza e appartenenza culturale.

Vogliamo dare alle diverse forme di famiglia l’opportunità di raccontarsi davanti ai fornelli nella consapevolezza di quanto il cibo sia un ponte tra i diversi modi dello stare insieme.

Altra caratteristica del progetto è che ci rivolgiamo a tutti i cittadini, uomini e donne, sapendo bene che, lontano dai clamori televisivi, nelle case private, si nascondono eccellenti chef e che sono proprio le ricette nate in famiglia, rivedute e corrette (quanto e come dipende da chi ci mette le mani) a ispirare la grande cucina.

Vorremmo tuttavia andare oltre, tornare alle origini, capire cioè come nasce una ricetta, quale storia -o storie- si cela dietro l’alchimia di quei precisi ingredienti, per quali motivi quella ricetta si è tramandata nella microstoria di un determinato gruppo di persone e, al contrario, se con il tempo è giunta a noi modificata, quali sono i fattori che ne hanno determinato il cambiamento. Siamo curiosi, ma la nostra curiosità non è fine a se stessa.

Assaggiando, gustando, scoprendo sapori nuovi e diversi provenienti da cucine di altre tradizioni rispetto alla nostra, ascoltando segreti e aneddoti, e magari cimentandoci poi in quelle stesse ricette, magari modificandole, sarà più facile conoscersi e ri-conoscerci.

Ricette delle Nuove Famiglie d’Italia, che gode del patrocinio dei Comuni di Bologna e Casalecchio di Reno ed è reso possibile grazie al contributo dell’Azienda Agricola Ciccio Zaccagnini di Bolognano (PE) e della Coop Adriatica, sarà una preziosa testimonianza di come il mondo culinario italiano si presenta alla luce delle trasformazioni sociali accogliendo la grande tradizione, il grande cambiamento e la grande fusione.

L’idea si articola in due fasi: la prima riguarda un concorso che chiama a raccolta i cittadini con le loro ricette preferite e li invita a raccontarsi proponendo due ricette e la storia di famiglia.

La seconda parte vede la pubblicazione di un libro edito da Pendragon nel settembre 2010, che riunirà le migliori ricette e le storie più originali (circa 30) corredate da foto.

REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ
Per poter partecipare al bando è sufficiente essere un gruppo di amici, una famiglia, singole persone, coppie o qualunque tipo di aggregazione la cui sinergia creativa riesca a sviluppare una ricetta caratteristica e originale. Per accedere alle selezioni è indispensabile compilare la scheda di partecipazione in tutte le sue parti e consegnarla secondo le modalità indicate al punto 4. La partecipazione al concorso è gratuita.

CREAZIONE DELLA RICETTA
Trascrivete la ricetta più bella della tradizione o dell’innovazione che appartiene solo a voi e alle persone a voi care. Traete ispirazione dalle vostre ricette, quelle che formano la vostra famiglia. Di ieri, di oggi. Ricette della nonna, della mamma o del papà. Ricette nate durante l’università nella convivenza con gli amici. Ricette vostre e dei vostri bambini. Ricette di coppia. Ricette di single. Ricette antiche rivisitate. Ricette di una vita frettolosa che però non si nega il piacere del palato. Ricette di una famiglia allargata dove si convive armoniosamente apportando ognuno i suoi segreti. Ricette tradizionali che al contatto con un nuovo paese sono state piacevolmente contaminate e adattate.
Per aiutarvi nella scelta delle ricette, indichiamo alcune categorie che verranno prese in considerazione durante la fase di valutazione: antipasti, primi, secondi, contorni, dolci aperitivi, insalate, zuppe, ricette al bicchiere, ricette al cestino (ideali per picnic), ricette con le dita (finger food), ricette per i bambini, torte salate, panini sfiziosi, momenti esotici (ovvero quelle ricette che vi piace fare ma che appartengono alle cucine di altre culture)

Scrivete la ricetta (manualmente o digitalmente) e fotografatela o disegnatela per accompagnare il testo. Aggiungete una piccola storia che la riguarda (da dove viene, perché vi piace, quando la fate, in che ricorrenza) o da un aneddoto particolare e divertente. Fotografate la vostra famiglia e allegate la foto, stampata su carta o in un cd. Dovrete raccontare come avete lavorato e qual è stata l’ispirazione della ricetta. Dovrete raccontare di voi e l’arte del cucinare. Di voi e il cibo nei ricordi d’infanzia. Di voi e il cibo adesso.

Potete fotografare, disegnare, dipingere. E rappresentare anche utensili, materie prime, lo spazio dove cucinate, momenti di cene o pranzi o colazioni. Potete fotografare il vostro orto se l’avete. Le erbe sul davanzale. Momenti in cui andate a fare la spesa. Sarà come tornare adolescenti producendo un libro da grandi. Ogni famiglia o gruppo può presentare fino ad un massimo di DUE ricette.

PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE DELLE RICETTE
Tutto il materiale dovrà essere prodotto in lingua italiana e inviato entro e non oltre il 30 gennaio 2010 (per l’ammissione farà fede il timbro postale) all’indirizzo: CONCORSO RICETTE DELLE NUOVE FAMIGLIE D’ITALIA PROCOPE STUDIO VIA SANTO STEFANO 164 40125 – BOLOGNA

In alternativa l’invio potrà avvenire anche via posta elettronica all’indirizzo ricette@quantobasta-qb.it
avendo cura di scannerizzare ed inviare debitamente compilata e firmata la scheda di partecipazione insieme alle ricette.

VALUTAZIONE DELLE RICETTE
Di tutte le ricette pervenute, le migliori 60 (scelte per originalità compositiva narrativa e inventiva) saranno cucinate sottoposte al giudizio di una giuria di esperti di vari settori: food, editoria, arte, cultura. Il giudizio della commissione sarà assolutamente insindacabile e inappellabile. Per la realizzazione e il test delle ricette ci avalliamo della preziosissima collaborazione dell’Istituto Alberghiero ‘B. Scappi’ di Casalecchio di Reno e di una classe dello stesso che cucinerà le 60 ricette da cui ne verranno selezionate 30.

RICETTARIO VINCITORE
Trenta saranno le ricette e le storie vincitrici che otterranno uno spazio nel libro Ricette delle nuove famiglie d’Italia, pubblicato a settembre 2010 in collaborazione con Pendragon Edizioni di Bologna, e distribuito su tutto il territorio nazionale.

La diffusione del bando a livello nazionale è resa possibile grazie alla collaborazione di ARCI e Centro lavoratori stranieri della CGIL e a livello territoriale grazie a Coop Adriatica
. Il video spot di Ricette delle nuove famiglie d’Italia è stato realizzato da Comunicazionivisive.net. Il progetto web è curato da Webdesign.bo.it e la grafica da Roberto Rubbi. Ci supportano nella comunicazione Radio Asterisco, Il Tamburo e Apranzoconbea.blogspot.com.

http://www.quantobasta-qb.it


  •