Rete RE.A.DY in provincia di Bolzano: primo incontro ufficiale tra i rappresentanti degli enti aderenti

  

Lo scorso giovedì, 20 maggio, si è svolto nel Palazzo provinciale il primo incontro ufficiale di tutti i rappresentanti della rete RE.A.DY aderenti in provincia di Bolzano. Presenti una decina tra funzionari/e e rappresentanti politici delle sette amministrazioni che fanno parte della rete nella nostra provincia, oltre alla Difensora civica Gabriele Morandell e alla Consigliera di Parità Michela Morandini. Unico assente il Comune di Bolzano. A coordinare l’incontro c’erano la Presidente di Centaurus Arcigay Arianna Miriam Fiumefreddo e Urban Nothdurfter, membro della Consulta del nuovo Centro tutela antidiscriminazioni della Provincia.

Dopo un breve saluto del Presidente della provincia Arno Kompatscher, venuto di persona, e un giro di presentazioni, si è poi passati all’ordine del giorno. I temi affrontati sono stati molti: dalle identità sessuali di minoranza al linguaggio inclusivo corretto, fino alla funzione della rete RE.A.DY. L’incontro è stato bilingue ed interattivo, dando spesso l’occasione di scambi d’opinione e di esperienze tra i partecipanti. Alla fine si è deciso di proseguire il percorso con altri incontri più mirati su singoli temi. Per autunno è previsto un incontro su un tema pratico e diretto per il cittadino che è quello dell’anagrafe.

Foto: Ufficio stampa della Provincia autonoma di Bolzano

L’articolo Rete RE.A.DY in provincia di Bolzano: primo incontro ufficiale tra i rappresentanti degli enti aderenti proviene da Centaurus Arcigay Südtirol Alto Adige.

Articolo tratto da https://centaurus.org/it/

Difendi i diritti, sostieni il nostro lavoro

Promuovere diritti, azioni, benessere, campagne, manifestazioni, monitorare e fare pressione sul parlamento e sulle istituzioni affinché in Italia vi siano sempre più politiche e leggi egualitarie in favore di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, costa.

Arcigay cerca di dare corpo e realtà ad ognuno di questi obiettivi con specifici programmi e iniziative… che costano!

Per questo ti chiediamo di sostenerci.  Puoi farlo con una donazione una tantum o con donazioni periodiche anche di piccolo importo ma che ci consentono di fare una programmazione migliore delle nostre attività, con il 5×1000, con un lascito, finanziando specifiche iniziative, sollecitando la tua azienda a sostenerci… A tuo vantaggio sono previste anche agevolazioni fiscali.

Tu ci metti un po’ di sostegno e di fiducia. Noi ci mettiamo lavoro, testa e passione e ci impegniamo a tenerti informato sulla progressione del nostro lavoro comune e a informarti su come investiremo il tuo contributo.

Perché una società migliore fa bene a tutti, a te e a noi.


  •