17 maggio, a Napoli la storia del movimento LGBT mondiale. Incontro e confronto con gli attivisti statunitensi dello Stonewall Inn.

  

La Giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia ( International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia)  promossa dall’Unione europea,  si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno e ricorda quando il 17 maggio del 1990  l’omosessualità  fu rimossa, su indicazione dell’Organizzazione mondiale della sanità, dalla lista delle malattie mentali .

L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia, la giornata viene negli ultimi anni sostenuta dalle Istituzioni locali e nazionali, cosi come spesso accade con il MIUR e su indicazioni del Presidente della Repubblica.

Quest’anno, in occasione dei 50 anni dei moti di Stonewall, evento cruciale per la moderna storia dei diritti civili e per l’avanzamento delle istanze delle persone LGBT+,  a Napoli, proprio in occasione del 17 maggio, grazie ad un progetto del nostro Comitato Arcigay Antinoo di Napoli con il Consolato Generale degli Stati Uniti di Napoli e con il supporto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli sarà possibile, alla Casina Pompeiana (in villa comunale a Napoli) alle ore 17 con l’inaugurazione della mostra fotografica “Stonewall: The Temple”  di Vito Fusco, incontrare i protagonisti di quel pezzo di storia, Kurt Kelly, proprietario dello Stonewall Inn, oggi monumento nazionale negli USA, e Tree Sequoia, veterano di quei moti del 69, sarà presente anche il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Un evento dal grande respiro internazionale che lega Napoli e New York, Italia e Stati Uniti, sul tema dei diritti civili: Napoli/New York sullo stesso parallelo Rainbow. 

Tutti gli eventi del 17 maggio a Napoli e nella città metropolitana clicca qui

Articolo tratto da https://www.arcigaynapoli.org/associazione-12852/comunicati-stampa-52835


  •